Islam / Migranti

Siriano prende i soldi del servizio di assistenza sociale tedesco ma “vuole combattere per gli islamisti”

Siriano prende i soldi del servizio di assistenza sociale tedesco ma “vuole combattere per gli islamisti”

Un rifugiato siriano di 21 anni è stato arrestato a Berlino con l’accusa di coinvolgimento nella lotta per una milizia terroristica islamista. Secondo un portavoce della Procura, è in custodia cautelare.

L’ufficio del procuratore generale ha pubblicato su Twitter che era “sospettato di appartenenza all’organizzazione terroristica islamica ‘Ahrar al-Sham’ e di aver preso parte ai combattimenti in Siria”.

Il siriano ha trascorso diversi mesi in Siria da giovane nell’estate del 2013 combattendo contro le truppe russe, tra gli altri. Secondo le accuse, ha sparato con un fucile d’assalto Kalashnikov nel corso di quella lotta. In questo contesto, la Procura ha annunciato che è stato probabilmente coinvolto in omicidio colposo e crimini di guerra. Secondo le sue stesse dichiarazioni, all’epoca aveva 15 anni. La data di nascita data in Germania era 1.1.1999. Non è ancora ancora chiaro quanti anni abbia.

In realtà vive in un alloggio per rifugiati nel nord-ovest del Brandeburgo, ma vive anche a Berlino, dove raccoglie denaro dall’ufficio di assistenza sociale, hanno detto. Durante un appuntamento in ottobre, ha dichiarato che preferirebbe tornare in Siria per continuare a combattere per gli islamisti.
In seguito, la polizia è stata informata e sono state avviate le indagini corrispondenti.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento