Politica / World News

Slovenia: Formata forza di difesa civile per fermare l’immigrazione clandestina

Slovenia: Formata forza di difesa civile per fermare l’immigrazione clandestina

I cittadini nel piccolo stato centrale europea della Slovenia hanno formato una forza di difesa civile per porre fine ai migranti clandestini che entrano nel loro paese dalla Croazia.

La via dei Balcani per i migranti diretti a nord dalla Turchia e dalla Grecia verso la Germania è ben noto. Tuttavia, grazie al premier ungherese Viktor Orbán, la rotta dei Balcani classica che parte dalla Turchia o la Grecia e passa attraverso la Serbia per arrivare infine in Ungheria è stata sigillata.

La migrazione di sostituzione ‘, come la UN la chiama, ora passa principalmente attraverso la Bosnia, Croazia, Serbia, e Austria. Questo è il percorso alternativo per i migranti illegali per entrare in occidente e nel welfare del Nord Europa.

Ma i patriottici cittadini sloveni si sono riuniti per fermare il flusso incessante della migrazione illegale. Il gruppo di cittadini interessati ha formato un’unione di protezione civile per aiutare l’esercito nella cattura dei clandestini che stanno cercando di farsi strada attraverso il paese, Fonte: Euronews.

Credo che l’unica soluzione è quella di mandare l’esercito al confine, la situazione è paragonabile all’apertura di un carcere per rilasciare tutti i prigionieri, senza alcuna distinzione“,” ha detto Blaz Zidar, un membro della forza di difesa.

Andrei Sisko, il comandante del gruppo del cittadino, dice: “Qual è l’obiettivo? L’obiettivo è quello di educare le persone e i volontari a difendere il loro paese in base alle esigenze e per aiutare i militari e la polizia a controllare l’ordine pubblico. Con la massiccia migrazioni di africani e asiatici e in particolare di musulmani, è importante proteggere i nostri confini. Perché uno stato che non è in grado di proteggere i propri confini non è uno Stato sovrano “.

Recentemente, durante una visita al confine meridionale della Slovenia con la Croazia, il primo ministro Marjan Sarec ha annunciato che il suo paese avrebbe aumentato la protezione alla frontiera contro i migranti illegali.

Circa 35 soldati supplementari da allora sono stati dislocati alla frontiera.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento