World News

Slovenia: Migranti illegali con sintomi di coronavirus

Slovenia: Migranti illegali con sintomi di coronavirus

Sette migranti illegali che sono stati arrestati lunedì in Slovenia mostrano segni di infezione da COVID-19 (coronavirus).

I migranti sono stati catturati dalla polizia vicino al confine croato, nelle vicinanze di Ilirska Bistrica.

Viaggiavano in due taxi.

I migranti hanno la febbre e mostrano altri segni coerenti con l’infezione da coronavirus. Sono stati tamponati e i risultati saranno noti stasera.

Sandi Curk, capo del quartier generale della difesa civile regionale, ha riferito che i migranti sono detenuti in una struttura a Postumia, dove saranno separati dagli altri migranti, secondo un articolo sul sito web Nova24TV.

Infezioni da coronavirus sono state rilevate nei giorni scorsi su sei paramedici volontari di Postumia e Pivka che hanno assistito al controllo delle frontiere lungo il confine sloveno-italiano. 250 volontari della Croce Rossa lavorano attualmente al confine e altri 800 sono tenuti in riserva.

Lunedì la Slovenia ha riferito di aver condotto 6.712 test COVID-19 e che 253 sono risultati positivi. Finora un paziente è morto e altri due sono in terapia intensiva.

Il legame tra immigrazione ed epidemia di coronavirus è stato sottolineato dal primo ministro ungherese Viktor Orbán. Venerdì, Orbán ha affermato che “stiamo combattendo una guerra a due fronti. Un fronte è chiamato migrazione e l’altro appartiene al coronavirus ”.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento