Islam

Solo i musulmani vanno in paradiso, i non musulmani simili a Kumar possono solo sperare in un lieve livello di inferno

Solo i musulmani vanno in paradiso, i non musulmani simili a Kumar possono solo sperare in un lieve livello di inferno

Il predicatore islamico Dr. Eakir Naik ha dichiarato che, nonostante i suoi nobili sforzi di “prendere la parte dei musulmani” e “mostrare il brutto volto degli oppressori”, il giornalista stellare dell’NDTV Ravish Kumar non troverà posto nel ‘Jannah’ o nel paradiso musulmano.

Recentemente, l’islamista radicale e terrorista, che si è nascosto in Malesia dopo essere fuggito dal paese, ha dichiarato che anche i “buoni non musulmani come Ravish Kumar” non potranno andare a ‘Jannah’ dopo la loro morte in quanto sono ancora non musulmani veri che stanno facendo il crimine di ‘Shirk’, cioè idolatria.

In un video su YouTube caricato il 27 giugno, l’Islamico radicale, ha interagito con i suoi seguaci e ha preso spunto dalle loro domande per spiegare alcuni concetti islamici.
Nel video intitolato “Dr. Naik sul destino di Ravish Kumar che sta per Musulmani & Giusti Non-Musulmani”, ha spiegato come Ravish Kumar e altri ‘buoni non musulmani’ non meritassero il paradiso musulmano o ‘Jannah’.

Furkan, uno dei seguaci di ‘akir Naik, ha posto una domanda a Naik chiedendo cosa sarebbe successo ai buoni non musulmani del paese come Ravish Kumar ecc., che, secondo Furkan, non solo dicono la verità e si schierano dalla parte dei musulmani, ma mostrano anche la verità sugli oppressori.

“Non è solo lui, ce ne sono molti altri di diverse professioni che sono come lui. Che cosa gli farà Allah se non muoiono come musulmani in quanto non meritano la giusta punizione come altri ‘più grandi illeciti'”, ha chiesto Furkan a .Eakir Naik

Rispondendo alla domanda del suo seguace, e ricordando tutte le sue conoscenze sull’Islam, ha risposto con un grande “No”.

Nessun paradiso per i non musulmani

Spiegando la logica alla base del concetto, Naik ha spiegato come esiste una gerarchia all’interno della ‘Jannah’ (il giardino paradisiaco) e tutti quei musulmani che vanno a ‘Jannah’ non saranno allo stesso livello. Allo stesso modo, anche l’inferno ha diversi livelli.

Naik ha detto che qualunque siano le “buone azioni” che Ravish Kumar possa fare a beneficio dei musulmani, dal momento che non si è convertiti all’Islam, andrà comunque all’inferno perché il crimine di ‘shirk’ (eresia, adorazione degli idoli) è più grande di qualsiasi altro crimine.

Naik dice effettivamente che, indipendentemente dal loro certificato “buono non musulmano”, i non musulmani finiranno comunque all’inferno, forse una versione più mite dell’inferno grazie delle buone cose fatte, ma sarà l’inferno. Aggiunge che il peggior tipo di non-musulmani, come Hitler e una ‘persona senza nome dall’India’ otterrà il peggior tipo di inferno.

Naik, tuttavia, non spiega cosa significano i livelli “miti” dell’inferno. Forse i peccatori ottengono solo Tawa e sono risparmiati dal bruciare in enorme kadahis in quei livelli.

L’Islam è il ‘segno di passaggio’, il requisito minimo per il cielo.
Naik spiega nel video che tutte le cosiddette buone azioni di “onestà”, carità, ecc. valgono solo 5 marchi o 10 marchi nell’esame per il cielo e non significano molto. I 5-10 marchi non garantiscono i voti qualificanti. Egli afferma che solo abbracciare l’Islam ci si può garantire i segni di passaggio. I musulmani che aggiungono le virtù dell’onestà e della carità otterranno ulteriori benefici, ma ogni persona, che è non musulmana, può solo andare all’inferno.

Per quanto riguarda Ravish, Naik dice che i ‘Mushirks’ o infedeli come lui, se stanno facendo buone azioni, possono ottenere ricompense terrene come fama e lode in questo mondo. Ma una volta che muoiono, dal momento che le porte del cielo sono chiuse per loro, finiranno solo all’inferno.

Naik conclude la sessione pregando che persone come Ravish accolgano il messaggio di Allah e abbraccino l’Islam. Quindi, per quanto riguarda la sua fine dopo la morte nessuna speranza per Ravish Kumar. Può andare solo all’inferno.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento