Islam

Sostenitore AIMIM: Il Coronavirus è una cospirazione di Indù, quando arriverà il momento, li uccideremo tutti

Sostenitore AIMIM:  Il Coronavirus è una cospirazione di Indù, quando arriverà il momento, li uccideremo tutti

Un sostenitore di AIMIM chiede ai musulmani di assalire i medici. Insiste sul fatto che la pandemia coronavirus è una cospirazione indù da parte del governo per limitare i musulmani e danneggiare le loro attività. Chiede anche il genocidio degli indù.

In un video che è ormai diventato virale sui social media, il sostenitore di AIMIM Abu Faisal può essere visto allarmato dallo scoppio del Coronavirus nel paese.
Ha iniziato sostenendo che le donne musulmane dovrebbero rifiutarsi di prendere iniezioni prescritte dai medici in quanto può renderle sterili.

In un video ampiamente diffuso sui social media, Faisal sostiene che è in corso una “campagna viziosa” per limitare la popolazione musulmana. Incoraggia i suoi fratelli musulmani ad aggredire i medici non musulmani, ha detto che il paziente musulmano deve infettare il medico non musulmano prima di prendere il farmaco prescritto.

 

Afferma che il coronavirus è una cospirazione indù
Per sostenere le sue affermazioni insidiose, suona la registrazione di una chiamata in cui un uomo sostiene che ai giovani musulmani è stato somministrato veleno lento, nel tentativo di renderli sterili o di causarne la morte. Inoltre, Faisal dice che il Coronavirus è una cospirazione da parte del Rashtriya Svayamsevaka Sa’gha (RSS) e non esiste alcun virus infettivo.

A metà del video, sostiene che i media sono stati istruiti a colpire i musulmani e a diffamare l’Islam con la scusa della pandemia coronavirus. Spara parole al vetriolo contro gli indù, si riferisce a loro come adoratori di “sterco” e “piscio”.
Egli invoca inoltre tutti i musulmani a unirsi citando il destino imminente.

Avvertenze di genocidio contro gli indù

Inoltre riferendosi agli indù come “maiali”, “bevitori di piscio di mucca” e altre imprecazioni, Abu Faisal dice che l’urina della mucca scorre nel corpo degli indù e che sono una macchia sull’umanità.
Ha aggiunto che la pandemia è una cospirazione da parte di gruppi indù per limitare i movimenti dei musulmani e danneggiare le imprese musulmane.

Invoca il genocidio contro gli indù, affermando che la sua moderazione è dovuta al mese di Ramzan. E, cosa interessante, il suo video controverso ha ricevuto un sostegno schiacciante da parte dei suoi compagni musulmani.
Egli continua a chiamare gli indù come una comunità di “diffamatori” e definisce gli indù come “Sooar ke aulaad” (figli di maiali).
Sostiene che i musulmani possono facilmente uccidere, stuprare e spazzare via gli indù. Il video è stato oggetto di un’accesa discussione sui social media.

Il video è stato condiviso sulla pagina Facebook di Abu Faisal il 2 maggio e ha ricevuto migliaia di “Mi piace” e condivisioni. Oltre 600.000 persone lo hanno guardato su Facebook.
La pagina Facebook di Faisal rivendica le connessioni con l’AIMIM e si chiama “AIMIM Abu Faisal”.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento