World News

Spagna: “Giovani” attaccano ambulanze che trasportano pazienti anziani affetti da coronavirus

Spagna: “Giovani” attaccano ambulanze che trasportano pazienti anziani affetti da coronavirus

Un certo numero di “giovani” nel sud della Spagna ha attaccato un convoglio di ambulanze che trasportava pazienti anziani con coronavirus, lanciando pietre contro i veicoli.

L’attacco è avvenuto nella città di La Línea de la Concepción, che si trova al confine con la Spagna con il territorio britannico di Gibilterra.
I “giovani” hanno impedito il passaggio del convoglio di veicoli medici che trasportavano 28 anziani infetti dal coronavirus

La polizia locale ha arrestato due persone – una 25enne e una 32enne – ma ha detto che erano coninvolte almeno 50 persone.

Gli ufficiali di polizia sono stati attaccati con due ordigni esplosivi fatti in casa, Fonte: Sud Ouest .

“Numerosi giovani si sono radunati all’ingresso della città e hanno lanciato pietre contro le ambulanze, oltre a mettere un veicolo a protezione della strada per cercare di impedire che le ambulanze raggiungesse la loro destinazione”, ha confermato un portavoce della polizia nei commenti riportati dal Daily Mail.

“Gli agenti hanno arrestato i due occupanti del veicolo, due uomini di 32 e 35 anni. Una volta che i pazienti sono stati portati in casa, la polizia ha dovuto stabilire un cordone di sicurezza intorno alla residenza poiché circa 50 persone all’esterno hanno minacciato di cacciarli via”.

Altri atti di vandalismo si sono verificati in seguito nella città.

“Durante l’identificazione di due individui, una bomba fatta in casa è stata lanciata dal tetto di un edificio, fortunatamente l’esplosione non ha colpito la polizia.

La città di La Línea de la Concepción è famosa per l’alta disoccupazione e l’attività delle bande, in particolare per quanto riguarda il traffico di droga.

Un ufficiale di polizia ha dichiarato: “C’è un’atmosfera tesa [nella zona] perché coloro che contrabbandano tabacco illegale o hashish non possono fare nulla, non possono uscire di casa senza giustificazione”.

I pensionati erano stati trasferiti a causa di un focolaio di coronavirus nella casa di cura, che ne aveva infettato dozzine e ucciso tre persone.

Le autorità spagnole hanno trovato i corpi di diverse persone anziane abbandonate nelle loro case, e il ministro della Difesa Margarita Robles ha affermato che erano stati “lasciati completamente soli senza nessuno che provvedesse alla loro cura, o addirittura morti, nei loro letti”.

La Spagna ha avuto un aumento dei casi di coronavirus ed è diventata non solo la seconda nazione più colpita in termini di casi e morti in Europa dietro l’Italia, ma ha anche superato il conteggio della mortalità ufficiale della Cina.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento