Islam / Migranti

Stato tedesco impotente! Il criminale stupratore iraniano non può essere espulso perché si rifiuta semplicemente di lasciare la Germania

Stato tedesco impotente! Il criminale stupratore iraniano non può essere espulso perché si rifiuta semplicemente di lasciare la Germania

Un iraniano che è un grave criminale non può essere espulso perché si rifiuta di lasciare il paese e non ha un passaporto.

In altre parole, un immigrato clandestino decide da solo se andarsene o meno, e questo con benefici permanenti. Quali altre assurdità dobbiamo sopportare? Le cose non possono andare avanti così, e dovrebbe essere chiaro a tutti che coloro che votano per partiti politici che non vogliono cambiare queste condizioni stanno votando per la loro rovina.

Bild.de rapporti:

Reza B. (44 anni) ha violentato una donna, ha scontato quattro anni di carcere – ed è ancora considerato pericoloso dalla polizia. Ma lo Stato tedesco non può deportare l’iraniani. Perché semplicemente si rifiuta di andarsene – e quindi rimane sul territorio europeo!

Il caso lo dimostra ancora una volta: la Germania ha un enorme problema con la deportazione di criminali gravi. I giornalisti del BILD am SONNTAG hanno rintracciato l’iraniano in una casa per richiedenti asilo in Baviera. Ha raccontato la sua storia: “Ho dovuto fuggire dall’Iran nel 2005. La mia vita era in pericolo, tre dei miei amici sono stati uccisi dalla polizia. Sono fuggito in Siria, poi in Germania nel 2011, ho chiesto asilo”.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento