Islam

STUPRATA DA 20 ISLAMICI: “SEI LA NOSTRA SPAZZATURA BIANCA” – (video)

STUPRATA DA 20 ISLAMICI: “SEI LA NOSTRA SPAZZATURA BIANCA” – (video)

“Se non facevi quello che ti ordinavano, ti minacciavano di morte. Alcune ragazze venivano ricoperte di benzina e poi stuprate anche 30 o 40 volte a sera. Non potevi dire di no”.

Katy, che ora è una donna ma durante gli anni dell’incubo aveva 14 anni, è una di loro. Parla a fatica. Non vuole ricordare. O spesso non può proprio.

Sì, perché spesso gli orchi la drogavano a sua insaputa. “Quella sera non so se mi abbia stuprato anche l’altro. Non posso dirlo”. “Eri cosciente?”, le chiediamo. “No”, risponde con un filo di voce. Katy ha perso la verginità con la violenza. Con quell’uomo che la considerava solo “spazzatura bianca”. “Ci dicevano che eravamo solo delle puttanelle bianche. Erano razzisti”.

Per più di tre anni, questa è stata la sua vita. Una realtà uguale a quella di altre adolescenti e bambine di Huddersfield(*) (accertate sono una quindicina, ma secondo i giudici di Leeds(**) sarebbero molte di più). La più piccola di loro aveva solo 11 anni.

Testimonianza video:

*Huddersfield è un’antica città di mercato del Regno Unito sede del borgo metropolitano di Kirklees, nella contea inglese del West Yorkshire. Si trova a metà strada fra Leeds e Manchester, e ad appena 16 km a sud di Bradford. È vicino alla confluenza di due fiumi: Colne ed Holme. Secondo il censimento del 2001 conta una popolazione residente di 146.234 abitanti.

** Leeds è un distretto metropolitano con titolo di città nella contea inglese del West Yorkshire. Il distretto odierno fu creato con il Local Government Act 1972, il 1º aprile 1974 dalla fusione del county borough di Leeds con i distretti urbani di Aireborough, Horsforth, Morley, Otley, Pudsey, Rothwell, parte del distretto rurale di Tadcaster, il distretto rurale di Wetherby e il distretto rurale di Wharfedale. Dal 2005 la città ha creato un’agenzia di cooperazione coi distretti confinanti, la Leeds City Region.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento