Islam

Sultan raccomanda i semi neri e il miele per il trattamento COVID-19

Sultan raccomanda i semi neri e il miele per il trattamento COVID-19

Nell’attuale lotta globale contro la pandemia di COVID-19, il Presidente Generale, Consigliere Supremo Nigeriano per gli Affari Islamici (NSCIA) e Sultano di Sokoto, Alhaji Muhammad Sa’ad Abubakar, ha chiesto all’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ai ricercatori medici e a tutti coloro che stanno lottando per trovare una cura per il virus virulento di considerare le dichiarazioni del Profeta sul seme nero e sul miele a scopo di ricerca perché entrambi hanno un grande potenziale per la cura del COVID-19.

Sultan, in una dichiarazione firmata da Alhaji Yusuf Nwoha, ha detto che una delle medicine eccezionali usate dal Profeta (SAW) è il seme nero unito al miele.

Sull’efficacia del seme nero, il Profeta (SAW) ha detto, come riportato da Abu Hurayrah: “Usa il seme nero senza avere dubbi, è una cura per tutte le malattie tranne che per la morte”.
“Il miele è un rimedio per ogni malattia e il Corano è un rimedio per tutte le malattie della mente. Pertanto, vi consiglio entrambi i rimedi, il Corano e il miele.

L’appello del Sultano è conseguente alla testimonianza del Governatore dello Stato di Oyo, Seyi Makinde, che è appena sopravvissuto all’infezione da COVID-19.

Nel dare la sua testimonianza su come è stato guarito, ha detto:

“Il mio ottimo amico e fratello, il dottor Muyideen Olatunji, è colui che è responsabile dell’assistenza sanitaria di base per lo Stato di Oyo.
È venuto da me e mi ha detto, guarda, ti manderò questo olio di semi neri, aumenta l’immunità.
Così ho mescolato i semi neri con miele e ne ho preso un cucchiaio da tè al mattino e alla sera.
Quindi, ci sono soluzioni naturali per aumentare l’immunità. La nostra gente non dovrebbe agitarsi o preoccuparsi.
Proprio come sono stato in grado di estirpare il virus dal mio sistema, così sarà per la maggior parte della nostra gente,”

Sultan ha detto: “Quindi, esortiamo musulmani e nigeriani in generale a prendere atto di questo e a fare il necessario quando se ne presenta il bisogno”.

Basandosi sulle dichiarazioni del Profeta (SAW), ha detto che generazioni di musulmani sono guariti dopo che hanno continuato a utilizzare il seme nero per il trattamento delle condizioni respiratorie e disturbi digestivi, tra cui gas, coliche, diarrea, dissenteria, costipazione ed emorroide.
Altre condizioni di salute in cui il seme nero può essere utilizzato sono asma, allergie, tosse, bronchite, enfisema, influenza suina e malattie cardiache congestizia.

“Il miele, da parte sua, offre notevoli proprietà antisettiche, antiossidanti e immunitarie per il corpo umano. Oltre a combattere l’infezione e aiutare nella guarigione dei tessuti, il miele riduce anche l’infiammazione ed è utile per problemi digestivi anche come indigestione, ulcere allo stomaco e gastroenterite,” ha dichiarato.

Sultan tuttavia, ha invitato i musulmani a continuare a rispettare le direttive del governo e delle autorità sanitarie: lavarsi regolarmente le mani, mantenere le distanze sociali ed evitare luoghi affollati. Questo periodo richiede una riflessione sobria: qual è il nostro rapporto con Allah?”

“Dobbiamo sempre ricordare che Allah non cambia la condizione di un popolo fino a quando non cambia ciò che è nel loro cuore (Qur’an 13:11).”

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento