World News

Svezia: afgano 51 anni, stupratore di bambini – nessuna espulsione

Svezia: afgano 51 anni, stupratore di bambini – nessuna espulsione

C’è legge e legge. Un afgano di 51 anni che ha stuprato bambini, è stato condannato a due anni e cinque mesi di carcere, ma non deve essere espulso, secondo Dagens Juridik.

È stato il tribunale del distretto di Göteborg che inizialmente ha condannato per stupro e violenza sessuale contro bambini. un 51enne afgano.
Il 51enne ha commesso gli stupri “per diversi anni, in diverse occasioni e contro diverse persone“, come afferma Dagens Juridik.

Secondo il quotidiano online, molte delle vittime erano bambini tra i cinque e gli undici anni.

Il tribunale distrettuale ha ritenuto che il 51enne fosse colpevole in cinque delle sette accuse e che la pena giusta da infliggergli fosse di due anni e cinque mesi.

L’afgano nega tutti i crimini.

Sia l’Afghano che il pubblico ministero hanno appellato la sentenza all’Alta Corte della Svezia occidentale.

Il procuratore vuole inasprire la pena ed espellere l’uomo dalla Svezia.

L’Alta Corte conferma i due casi di violenza sessuale ma mantiene la stessa pena detentiva del tribunale distrettuale.

Il tribunale rileva che lo stupratore è un cittadino dell’Afghanistan ma allo stesso tempo ha un permesso di soggiorno permanente in Svezia dal 2013 e anche la moglie e i figli hanno ottenuto un permesso di soggiorno.

L’Alta Corte, nella sentenza, scrive che uno straniero che ha vissuto in Svezia per almeno quattro anni con un permesso di soggiorno permanente può essere espulso solo se ci sono “motivi speciali“, come indicato nella legge sugli stranieri.

Dal momento che l’uomo è stato precedentemente impunito e vive nel paese dal 2013, e a causa delle sue cosiddette “circostanze personali,” non deve essere espulso. Pertanto, non vi è alcun “motivo speciale” per espellerlo, considera la corte d’appello.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento