Islam / Migranti / World News

SVEZIA: AFGHANO E I SUOI DUE FIGLI MINORI ‘RIFUGIATI’ GIUSTIZIANO UN UOMO IN AUTOBUS (video)

SVEZIA: AFGHANO E I SUOI DUE FIGLI MINORI ‘RIFUGIATI’ GIUSTIZIANO UN UOMO IN AUTOBUS (video)

Nella città svedese di Kiruna, un uomo di 21 anni è stato accoltellato a morte su un autobus da una famiglia migrante. I tre, un uomo di 47 anni, Mohammad-Jawad Ahmadi, e i suoi due figli minori, sono in arresto per l’omicidio. Tutti e tre gli individui sono cittadini afghani, e i figli di 15 e 17 anni hanno la cittadinanza svedese.

Gli aghani e la polizia sulla scena.

Secondo l’Agenzia delle Entrate svedese, il trio è venuto in Svezia dall’Iran nel 2012, come molti altri afghani che sono arrivati in Svezia negli ultimi anni. I due figli minori hanno ricevuto la cittadinanza svedese il 28 febbraio 2019 e non possono essere espulsi.

I tre migranti conoscono la vittima. ma il motivo dell’uccisione non è ancora chiaro. La polizia teorizza che ci possa essere una specie di dramma di gelosia dietro l’esecuzione.

L’afghano ammette che lui e i suoi figli sono stati coinvolti nell’omicidio, ma sostiene che tutti hanno agito per legittima difesa. Tuttavia, le dichiarazioni dei testimoni contraddicono le dichiarazioni del migrante. I rapporti indicano che l’aghjano e i suoi figli hanno inseguito la vittima per strada, la vittima alla fine ha cercato di rifugiarsi sull’autobus.

Trascrizione video:

La polizia ha ricevuto una chiamata ieri sera alle 21:16 per un “incidente” su un autobus a Kiruna. Una persona è stata uccisa e tre sono in custodia per omicidio.

Questo è un terminal di autobus d’interscambio dove le persone cambiano autobus. La polizia e gli specialisti forensi sono sul posto per indagare sul sito. La compagnia di autobus ha riferito che tutti i servizi di autobus sono stati cancellati.

Un padre e i suoi due figli sono sospettati di omicidio a Kiruna, l’aggressione è avvenuta mercoledì sera. Tutti e tre hanno ammesso di essere coinvolti nell’aggressione, ma negano il crimine di omicidio. Sembra che tutte e tre le persone abbiano cospirato insieme per attaccare la vittima e hanno usato un coltello per ucciderlo sull’autobus.

Sembra ci sia stata una controversia tra queste persone. In particolare, tra l’uomo più anziano e la vittima.
Questo non è solo un incidente casuale che riguarda persone che non si conoscono. Lo conoscevano. Ma non voglio commentare ulteriormente il motivo per cui è successo.

Venerdì scorso il tribunale della città di Gàllivare ha messo sotto custodia le tre persone con l’accusa di omicidio. Uno dei figli ammette di aver ucciso l’uomo sull’autobus, ma sostiene che lo ha fatto per legittima difesa. Hanno confessato alcuni dettagli, che hanno confermato che erano sul posto e che sono stati coinvolti in una certa misura. Ma questo non li rende colpevoli di omicidio.

Invocheranno l’autodifesa? Ho visto che uno dei difensori ne ha parlato nella dichiarazione di obiezione. Indagheremo su questo. Ho visto che la polizia era nel parcheggio. Ho appena visto che le luci lampeggiavano. Due ragazzi erano ammanettati e si sono seduti per strada o nel parcheggio. Credo che siano stati ammanettati.

Vuoi dire che stava succedendo durante l’incidente?

Sì. Ho pensato, è strano che un’auto della polizia sia appena passata da allora anche un’ambulanza è passata. Non sapevamo che l’incidente è avvenuto su un autobus. L’ho scoperto più tardi dalla TV.

Cosa ne pensi di quello che sta accadendo vicino a te? Vivi proprio accanto a tutto questo.

Ècome molto pericoloso. Ma penso che fare qualcosa sia completamente inutile.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento