Islam / Migranti / World News

Svezia: Arabo moderato condannato per violenza d’onore – premiato con medaglia dal re

Svezia: Arabo moderato condannato per violenza d’onore – premiato con medaglia dal re

Nel 2014, Rasoul Zarar Ibrahim ha ricevuto una medaglia da Sua Maestà il Re Carlo XVI Gustavo. La sua “sunshine story” in Svezia dal 1990 gli è valsa il premio di Nuovo Costruttore dell’Anno. Ora, tuttavia, Ibrahim è stato condannato per violenza d’onore contro sua figlia. Questo dopo quasi 30 anni nel paese in cui ha rappresentato i moderati nel consiglio comunale.

È stato 16 anni fa che Ibrahim ha avuto figli con una svedese di Sundsbruk. Nel 2008, tuttavia, ha iniziato a concentrarsi sull’imprenditorialità e in seguito si è separato dalla sua ragazza svedese.

Ibrahim è in Svezia da circa 30 anni. Sua figlia ha sperimentato elementi di cultura onoraria dal suo paese d’origine. Tra le altre cose, le ha vietato di usare i social media. L’account Facebook di sua figlia è ora ridotto a una foto di un orsacchiotto patchato che tiene in mano un mazzo di rose.

Alla fine del 2020, Ibrahim è stato quindi condannato dal tribunale distrettuale di Ångermanland per molestie.

Secondo la sentenza, si può dedurre che egli:

“Urlò “zitta, fottuta idiota” ed espressioni simili, prese il suo cellulare e lesse i suoi messaggi privati, la spinse nella porta dell’auto in modo che il berretto e gli occhiali le volassero via causandole un segno rosso sul naso.”

È inoltre evidente che ha preso il cellulare della figlia e ha iniziato a scorrere i suoi messaggi mentre era alla guida dell’auto. Le ha detto con rabbia di “smettere di essere sui social media e di interrogarsi su quali amici ha”.

Il giudice Susanne Söderström Wallin ha multato Ibrahim SEK per 1.500 euro.

Sebbene Ibrahim gestisca ristoranti subway con un fatturato di 25 milioni di SEK all’anno, lo stato pagherà le spese legali del suo avvocato di 60.000 SEK.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento