World News

Svezia: migrante che ha violentato ripetutamte e messo incinta due volte una bambina di 11 anni condannato a soli tre anni

Svezia: migrante che ha violentato ripetutamte e messo incinta due volte una bambina di 11 anni condannato a soli tre anni

Un migrante in età militare è stato condannato a tre anni di carcere per aver violentato ripetutamente una bambina di 11 anni e per averla messa incinta due volte.

Oltre alla condanna a tre anni di carcere, il tribunale svedese ha anche stabilito che il migrante potrà tornare in Svezia dopo 10 anni.

Il migrante di 20 anni, la cui nazionalità non è stata resa nota, ha iniziato la sua relazione sessuale con la bambina di 11 anni durante l’estate del 2018, e l’ha più volte aggredito sessualmente per tutta l’estate,Fonte: Nyheter Idag.

E’ stato solo un anno dopo, nel luglio del 2019, che il migrante è stato finalmente arrestato dalla polizia.
Il mese scorso, i pubblici ministeri svedesi hanno addebitato all’uomo quattro capi di imputazione per stupro e riconosciuto colpovelo di tre.

Tra il 2018 e il 219 la bambina è stata violentata ripetutamente ed è rimasta incinta almeno due volte I media svedesi non sono stati in grado di determinare se una qualsiasi delle gravidanze sia stata portata a termine. Tuttavia, SVT riferisce che il tribunale forense ha dimostrato che lo stupratore era il padre.

Nonostante lo stupratore nega che era a conoscenza dell’età della ragazza, il Tribunale distrettuale di Blekinge ha giudicato il migrante colpevole e lo ha condannato a tre anni di carcere, di cui solo due saranno scontati. La corte ha anche ordinato allo stupratore di pagare 22.000 euro per danni ed ha espulso il migrante per dieci anni.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento