World News

Svezia: Migrante sedicenne condannato per stupro

Svezia: Migrante sedicenne condannato per stupro

Un migrante giordano di 16 anni è stato condannato per dieci diversi crimini, tra cui lo stupro di una ragazza di 13 anni.

Tutti e dieci i crimini sono stati commessi nel 2019.
Nel peggiore dei crimini, il giordano si era messo in contatto con una ragazzina di 13 anni su Snapchat nel mese di aprile, e successivamente l’ha incontrata a Liljeholmen, nei sobborghi meridionali di Stoccolma.
Il Giordano ha portato la ragazza nel bagno pubblico di un ristorante McDonald’s, dove l’ha violentata. Fonte: Fria Tider.

Dopo lo stupro, il giordano ka portato la ragazza in un appartamento a Fittja, un altro sobborgo di Stoccolma, dove è stata violentata ripetutamente da altri due arabi.
Gli stupri sono stati filmati, e la banda ha minaccato di pubblicare il video a meno che la ragazza non avesse dato loro dei soldi.
Hanno poi costretto la ragazza a trascorrere la notte nel corridoio fuori dall’appartamento.

Il giordano è stato riconosciuto colpevole dello stupro e di numerose rapine, aggressioni e minacce contro un funzionario del tribunale distrettuale di SanDert.

Le informazioni personali del giordano sono secretate e quindi si sa poco su di lui. È cittadino della Giordania ed è membro di un gruppo di giovani arabi provenienti dalla Siria. Tuttavia, non è noto da quanto tempo è in Svezia.

Prima della sua condanna, i servizi sociali avevano registrato in un documento ufficiale che erano preoccupati per il giordano noto per abusare di droghe, per socializzare con i criminali più anziani, e per aver minacciato verbalmente alcune persone. Di conseguenza era già stato collocato in una casa per i giovani disadattati.

Gli stupri commessi dai migranti sono diventati un grave problema in Svezia. Il mese scorso, un somalo è stato arrestato per aver violentato una dodicenne in un parco a Norrkoping. In precedenza era stato condannato per stupro nel 2018.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento