Islam / Politica / World News

Svezia: Parlamentare appartiene a gruppi islamisti legati al terrorismo

Svezia: Parlamentare appartiene a gruppi islamisti legati al terrorismo

La scuola musulmana gratuita Ràmosseskolan a Goteborg è stata travolta da un nuovo scandalo. Il preside della scuola, Abdirizak Waberi, è allo stesso tempo il leader di un partito islamista nella sua nativa Somalia.

Il partito ha legami con l’islamista Milli Gàruz e i Fratelli Musulmani, che in alcuni paesi sono marchiati come terroristi il cui scopo è islamizzare il mondo. Il partito di Waberi si chiama Partito di Unità Nazionale e si presenterà alle prossime elezioni nel paese.

Abdirizak Waberi è stato un membro del parlamento per il ModerateParty dal 2010 al 2014, durante il periodo di Fredrik Reinfeldt come leader del partito e primo ministro.
Si è fatto conoscere al popolo svedese quando ha detto nelle interviste che gli uomini hanno il diritto di prendere quattro mogli, che l’uomo ha il diritto di picchiare le sue mogli e che gli uomini e le donne non sono autorizzati a ballare tra loro.

Ha anche chiarito che i musulmani hanno il diritto di cibo halal e ha sostenuto che le donne devono indossare veli. Allo stesso modo, ha detto di rispettare l’ideologo islamista Yusuf al-Qaradawi, una delle figure in prima linea dei Fratelli Musulmani che è stato esiliato dall’Egitto a causa del suo estremismo.

In precedenza, il ràmosseskolan è stato criticato ed è attualmente sotto inchiesta dall’Ispettorato svedese della scuola per quanto riguarda, tra le altre cose, l’insegnamento separato di genere.

L’estate scorsa, alla scuola indipendente musulmana è stata approvata la norma per espandere le sue operazioni, anche se GT ha poi dimostrato che la decisione per il permesso non era più valida. Tra il 2012 e il 2019, la scuola ha ricevuto 370 milioni di seK in finanziamenti principalmente scolastici da parte dello Stato e del comune di Goteborg.

“Quando si guarda al lavoro di tutti i Fratelli Musulmani, si tratta di islamizzare la società, creare un bozzolo intorno ai musulmani, contro le influenze non musulmane”, ha detto il ricercatore del terrore Magnus Ranstorp a GT.

“I Fratelli Musulmani e altri gruppi islamisti stanno lavorando attraverso le scuole per raffore le convinzioni ideologiche e affinchè i bambini non spano contaminati da idee secolari e dalla decadenza morale”.

Maria Wassén, Regional Manager presso l’Ispettorato svedese della scuola, spiega sul giornale che prende “molto sul serio” ciò che è ora venuto alla luce. Abdirizak Waberi non ha commentato l’articolo e sostiene per via proxy che egli è fuori città.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento