Politica / World News

Svezia: tutte i partiti tranne la Svezia Dems e Christian Dems hanno perso iscritti lo scorso anno

Svezia: tutte i partiti tranne la Svezia Dems e Christian Dems hanno perso iscritti lo scorso anno

Nuove cifre sul numero di iscritti nei partiti parlamentari svedesi hanno rivelato che tutti i partiti, tranne il populista nazionale Svezia Democratici e i conservatori, democratici cristiani, hanno perso iscritti l’anno scorso.

Nel 2019, la perdita totale di iscritti per i partiti parlamentari è stata di 9.038.

Il partito che ha perso il maggior numero di iscritti è stato il socialdemocratico, che ne ha persi 4.727, seguito dal Partito verde che ha perso la maggior parte – un sesto – dei suoi iscritti, passando da 12.400 del 2018 a 10.500 del 2019. Fonte: Dagens

Aumentiamo sempre durante l’anno elettorale e diminuiamo tra le elezioni, quindi questo non è strano, ma è come è di solito. Per un periodo di tempo più lungo, diciamo 15-20 anni, abbiamo avuto un aumento degli iscritti “, ha affermato Märta Stenevi, segretaria del Partito Verde.

Il Partito dei Verdi è noto per le opinioni molto favorevoli all’immigrazione, il femminismo e la loro avversione per le auto in città – argomenti che spesso non hanno riscontro dalla gente comune.

Sempre nel 2019, il partito liberale ha perso 3.100 iscritti, i moderati liberista-conservatori ne hanno perso 2.800, i liberali 1.300 e il partito di sinistra ne ha persi 1.200.

Ma non è tutto, Il Partito Svezia Democratici ha guadagnato 1.600 iscritti e ora ha un totale di 30.200 iscritti, mentre i conservatori cristiani democratici sono passati da 21.348 iscritti del 2018 a 25, 600 del 2019, con un netto aumento del 20 percento.

Di recente, i democratici cristiani sono aumentati in popolarità con il loro nuovo leader del partito Ebba Busch Thor.

Thor recentemente è stato uno dei tanti ad aver criticato la pubblicità delle compagnie aeree scandinave, che sosteneva che gli scandinavi non avevano cultura.

Thor ha anche paragonato il consiglio scolastico svedese alla DDR (Repubblica democratica tedesca) quando hanno pianificato di cancellare l’inno nazionale dalle lezioni di canto a scuola – un piano che il consiglio scolastico è stato costretto ad abbandonare dopo aver affrontato enormi critiche dopo la proposta.

Nei sondaggi, i democratici svedesi continuano a essere il più grande partito del paese a causa dell’attuale situazione in Svezia unita al duro lavoro del partito, all’atteggiamento senza compromessi e alla dura retorica contro l’establishment globalista.

Altre politiche proposte avanzate dai democratici svedesi che sono estremamente popolari tra il popolo svedese includono una moratoria completa sull’accoglienza di nuovi immigrati e i cosiddetti richiedenti asilo del terzo mondo. Hanno anche chiesto di aumentare i rimpatri e di abolire le cosiddette leggi sul discorso dell’odio razziale.

I democratici svedesi, i democratici cristiani e i moderati hanno in programma di formare un blocco di destra e vincere le prossime elezioni.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento