Islam

Siriano violenta sua figlia: “Pensavo fosse mia moglie”

Un siriano di 47 anni a Malmö è stato condannato al carcere e alla deportazione dopo aver violentato sua figlia. Si è difeso dicendo che credeva che sua figlia fosse sua moglie. Nel pomeriggio del 6 aprile 2021, la figlia di 17 anni è stata chiamata dalla madre che le ha chiesto di svegliare il padre perché era tardi. Quando entrò nella camera da letto, lui le chiese di venire a sdraiarsi accanto a lui e svegliarlo ogni cinque minuti. Senza dire nulla, ha iniziato ad abbracciarla, toccarle il corpo e toglierle la biancheria intima. Poi spiegò a sua figlia che l’avrebbe penetrata analmente in modo da non “rovinare la sua innocenza”. Poi l’ha violentata in questo modo per una decina di minuti. In seguito, ha detto che doveva andare a lavarsi “per motivi religios...

Antisemitismo: gli otto imputati sotto processo per aver insultato Miss Provence sono tutti musulmani

Meno di un anno fa, April Benayoum, l’allora Miss Provenza, è stata attaccata sui social media per la sua eredità israelo-italiana. Da mercoledì 22 settembre, otto persone, quattro uomini e quattro donne, sono sotto processo per i loro tweet antisemiti. Sono originari di Sarthe, Ain, Bouches-du-Rhône, Bas-Rhin, Rhône, Val-d’Oise o Seine-Saint-Denis e hanno un’età compresa tra i 20 ei 60 anni, riferisce Marianne. Sono descritti come socialmente assimilati, come un chiropodista o uno studente di storia, e tutti hanno una cosa in comune, ricorda Muriel Ouaknine-Melki, avvocato difensore e presidente dell’Organizzazione ebraica europea (OJE): sono tutti musulmani. “Tutti e otto affermano di essere musulmani, che pratichino o meno. Secondo i nostri colleghi giornal...

Francia: bomba finta e minacce islamiste contro una scuola materna

Dopo la scoperta di una bomba fittizia, la scuola materna Alexandre Dumas di Volgelsheim (Alto Reno) è bersaglio di minacce, questa volta da membri di gruppi islamici radicali. “Martedì 21 settembre, il direttore della scuola ha ricevuto una lettera inquietante”, riferisce France 3. Le parole “Allahu akhbar” (Dio è grande) sono state scritte nel testo. La frase religiosa è regolarmente usata dai terroristi islamici. La lettera diceva anche: “Non è più divertente, ora sta diventando serio”. Di conseguenza, l’istituzione ha dovuto essere chiusa. I 45 alunni sono stati mandati a casa e i locali sono stati messi in sicurezza dalla gendarmeria. “Le madri piangevano”, ha detto il sindaco del villaggio, Philippe Mas, a France Bleu, aggiungendo...

“Froci, cani, figli di puttana”: brutale attacco omofobo da parte dei nordafricani a Francoforte, Germania

Nella notte tra venerdì e sabato (18 settembre 2021), si è verificato un attacco omofobo sulla riva Sachsenhausen del fiume Meno a Francoforte, in cui un uomo di 21 anni e il suo compagno di 17 anni sono stati aggrediti verbalmente e fisicamente da tre uomini ancora sconosciuti. I due feriti si trovavano sul Meno nei pressi di Deutschherrnufer verso le 00.40.m. quando sono stati avvicinati da tre giovani che li hanno insultati con le parole “froci, cani, figli di puttana”. Più tardi, gli uomini sconosciuti hanno preso a pugni e calci il 21enne e il 17enne fino a quando entrambi sono stati in grado di fuggire su una scala sul Ponte Vecchio e in strada. Tuttavia, gli aggressori li hanno inseguiti, spinti a terra e calciati di nuovo. Hanno poi lasciato andare le vittime, che hanno...

IMMIGRATI DALLA PELLE SCURA STUPRANO DONNE A MILANO: “NOI ITALIANE DOBBIAMO SOLO TENERE LA TESTA BASSA”

Ancora stupri a Milano. Uno degli ultimi casi è accaduto nei giorni scorsi a Niguarda, dove una barista trentenne è stata violentata da un immigrato sui 20-25 anni, straniero dalla pelle scura, come ha riferito la stessa vittima: presa alle spalle e schiacciata contro un muro mentre tornava a casa dopo aver finito il proprio turno di lavoro. Da giorni è una vera e propria caccia all’immigrato, inutilmente. Appena poche settimane fa un caso fotocopia: una giovane infermiera violentata mentre si recava a lavorare al San Raffaele. In quel caso però era stato arrestato il solito immigrato, un richiedente asilo ventenne. Africano sbarcato a Lampedusa appena il mese precedente. A Milano, dopo gli ultimi fatti, è aumentata la paura da parte delle donne che hanno timore ad uscire di casa la sera: ...

APPENA SBARCATI MOLESTANO TRE RAGAZZINI AD AGRIGENTO: NIENTE ARRESTO, MESSI IN RESORT DI LUSSO

Scappano da Villa Sikania, il resort di lusso che accoglie i clandestini infetti appena sbarcati da Siculiana raggiungono piazzale Rosselli ad Agrigento e, trovando tre ragazzini in attesa del bus, iniziano a molestarli. Le due sorelle, di 15 e 18 anni, e l’adolescente di 14 anni hanno chiesto “aiuto” al numero unico d’emergenza: il 112. Ma hanno chiesto anche, affinché quei due immigrati si dessero una calmata, l’intervento del conducente dell’autobus e le ragazzine hanno avvisato – sempre telefonicamente – il papà. A cercarli, assieme ai carabinieri, c’era anche il papà delle due ragazze che è stato invece ‘calmato’ e convinto a recarsi alla stazione dell’Arma per formalizzare denuncia. Certo, servirà a molto la denuncia. I militari del Nor ci hanno messo davvero pochissimo a rintracciar...

Smantellata la rete francese che traffica migranti marocchini verso l’Europa

Tra settembre 2020 e giugno 2021, otto persone sono state incriminate in Francia con il sospetto di aver partecipato a una rete illegale che portava migranti marocchini nello spazio Schengen e, in particolare, in Francia, per almeno tre anni. Come riportato dalla rete di notizie francese CNEWS, i migranti che desiderano andare in Francia potrebbero acquistare documenti falsi e permessi di soggiorno reali tramite individui che lavorano nella prefettura di Seine-et-Marne. Il gruppo aveva tessuto la sua rete nel cuore dell’area Schengen, consentendo ai migranti di scegliere il loro paese di destinazione – Germania, Italia o Francia in particolare – quasi “à la carte”. Si trattava di una rete estremamente strutturata, secondo una fonte vicina alla vicenda intervistata da CNEW...

“C’è un rischio molto reale di guerra civile” – Il candidato presidenziale francese di centro-destra Xavier Bertrand lancia un duro avvertimento

Xavier Bertrand, un conservatore dell’establishment e uno dei principali contendenti della Francia per le elezioni presidenziali del prossimo anno, ha avvertito che il paese affronta un rischio reale di guerra civile a causa della violenza delle bande fuori controllo nelle aree urbane. Mentre parlava come ospite al programma televisivo Grand Jury, Bertrand, che attualmente sta diversi punti dietro sia al presidente Macron che Marine Le Pen in vista del primo turno delle elezioni presidenziali francesi del 2022, ha espresso le sue molte preoccupazioni per la situazione politica sempre più instabile in Francia, riferisceLe Figaro . “C’è oggi un rischio reale di guerra civile”, ha detto Bertrand, aggiungendo: “Il presidente della Repubblica deve fare di tutto per...

Moradabad: Uomo pugnalato a morte in pieno giorno per il matrimonio “non approvato” del fratello della vittima con la sorella dell’assassino

Il video dell’incidente che è diventato virale mostra l’assalitore, Ubaid, che porta un coltello e insegue la vittima nell’affollato mercato di Gulab Bari a Moradabad Paura e panico hanno attanagliato l’area della stazione di polizia di Katghar nel distretto di Moradabad, nell’Uttar Pradesh, dopo che un conducente di risciò elettrico è stato brutalmente pugnalato a morte in pieno giorno. Il video del raccapricciante incidente è stato catturato dalla telecamera e ora è diventato virale su vari siti di social media. Murder in broad daylight in Moradabad. ⁦@Comm_Moradabad⁩ kindly update. ⁦#moradabad #murder #up pic.twitter.com/x3618fwdcV — Aflah ul haque (@journoaflah) September 17, 2021 Nel video, si vedeva un giovane, identificato come Ubaid, portare un c...

Polizia morale: Uomo di Bangalore aggredito per aver dato passaggio a una donna musulmana

La polizia si è occupata della questione dopo che i video dell’incidente sono diventati virali sui social media Due persone hanno aggredito un uomo indù per aver dato un passaggio alla sua collega musulmana venerdì sera. Uno degli imputati ha abusato della donna, l’ha costretta a scendere dalla bici e ha anche abusato del marito al telefono. L’incidente è avvenuto vicino a Dairy Circle su Hosur Road. La polizia di Suddaguntepalya ha registrato un caso a seguito della denuncia della donna e ha arrestato i due accusati. Tutti i nomi sono stati nascosti. La polizia si è occupata della questione dopo che i video dell’incidente sono diventati virali sui social media. “Due giovani della comunità musulmana sono stati arrestati e i loro telefoni cellulari sono stati s...

La polizia ferma il “matrimonio” di bambini, di 11 e 12 anni…

Le forze di sicurezza di Giza in Egitto hanno arrestato i genitori di una futura sposa di 11 anni e di un futuro sposo di 12 anni un’ora dopo aver annunciato il loro fidanzamento nel villaggio di Umm Khenan nella città di Hawamdiya, ha riferito Al Arabiya domenica. La festa di fidanzamento per i due bambini si è svolta venerdì nel villaggio, a soli 30 chilometri dal Cairo. La celebrazione tenuta dalle due famiglie è stata interrotta dopo che i genitori degli sposi hanno postato su facebook le foto degli acquisti in oro per celebrare il matrimonio. Ciò ha portato le forze di sicurezza a rintracciare i dettagli dell’evento. Hanno poi trovato i genitori, li hanno arrestati e li hanno rinviati all’accusa per le indagini, secondo il Consiglio nazionale egiziano per l’inf...

NO GO ZONE ITALIANE: SASSI CONTRO IL BUS, AUTISTA PESTATO A ROMA

Nel primo pomeriggio di ieri, un autista dell’ATAC è stato ancora una volta vittima di un’aggressione da parte di un folle. L’uomo che ha assalito il conducente del bus “016”, che stava transitando su via di Acilia, forse era stato intercettato nel tentativo di lanciare sassi contro il bus per danneggiarlo. L’autista secondo le testimonianze, è sceso dal gabbiotto del mezzo, e si è diretto verso l’uomo che era in strada. Da lì è partita una colluttazione con quest’ultimo, che ha malmenato con forza il conducente e successivamente gli ha lanciato dei sassi, prima di scappare a piedi per le vie limitrofe e proseguire verso la zona di San Giorgio di Acilia.