Islam

Studioso islamico chiede “separazione tra moschea e stato”, riceve minacce di morte

Lo studioso islamico Saïd Djabelkhir, che ha fatto recentemente notizia dopo aver affermato che il digiuno durante il Ramadan non è obbligatorio, ha sostenuto questa volta l’applicazione della laicità in Algeria. Il fondatore del Circle of Lights for Free Thought (CLPL) vede la separazione della religione dalla politica come una necessità nelle società musulmane, al fine di preservare l’Islam dalla strumentalizzazione. Saïd Djabelkhir ha affermato che il dibattito sulla religione è tabù in una società che “rende la religione un materiale di consumo piuttosto che renderla una questione di riflessione con strumenti critici e domande moderne che riflettono i bisogni odierni delle società“. Lo studioso basa il suo ragionamento sugli esempi dell’evoluzione della pr...

Nigeria, strage di Cristiani

JOS, Nigeria, 29 maggio 2019 (Morning Star News) Almeno sette cristiani sono stati uccisi in Nigeria domenica 26 maggio, vicino a Jos, capitale dello stato di Plateau, mentre tornavano a casa dalla funzione domenicale. Un gruppo di musulmani Fulani ha attaccato i fedeli bruciando decine di case in diversi villaggi (Cele Bridge, Tina Junction, Rikkos, Dutse Uku, Yan Trailer e Angwan Rukuba). OLTRE 30 CRISTIANI UCCISI IN 12 ORE Il reverendo Luke Shehu ha invece dichiarato che i morti sono molto di più. «I Fulani stanno cercando di islamizzare e fulanizzare la Nigeria», ha scritto in un comunicato. «Nonostante l’intervento delle forze di sicurezza, in meno di 12 ore circa 30 cristiani sono stati uccisi e 20 case bruciate o distrutte. I Fulani indossavano uniformi militari e provenivano da com...

Muhammad Al-Hassan : I musulmani devono avere qualcosa che terrorizzi i loro nemici

22 maggio 2019 Il religioso mauritaniano Muhammad Al-Hassan Ould Al-Dadou Al-Shanqiti ha detto in un’intervista trasmessa su Al-Aqsa TV (Hamas-Gaza) il 22 maggio 2019, che i musulmani hanno il dovere di lottare per ottenere armi nucleari affinché si possa minacciare di usarle, è “l’unico modo per scoraggiare i nemici“. Abbiamo l’esempio del Pakistan, che ha dichiarato di non essere più “molestato” dai suoi vicini una volta ottenuto armi nucleari. Al-Shanqiti ha anche detto che la recente “corsa” per normalizzare le relazioni con i sionisti è causata dalla mancanza di fede in Allah e dal fatto che i sionisti possiedono un’arma nucleare mentre gli arabi no. Ha aggiunto che i musulmani non devono usare tale arma a meno che non venga ...

Bangladesh: condannati a morte per aver bruciato una ragazza di 18 anni.

Mercoledì 29 maggio 2019 (Sonagazi Model Thana) Il 27 marzo di quest’anno, la 18enne Nusrat Jahan ha denunciato Sonagazi Islamia Fazil, preside della sua scuola islamica, per aver tentato di violentarla. A differenza di molte ragazze dei paesi islamici, Nusrat ha denunciato il tentativo di stupro alla polizia che ha arrestato il colpevole.. Sfortunatamente per Nusrat, il poliziotto che l’ha interrogata, l’ha filmata in segreto durante la sua dichiarazione e per ragioni note solo a se stesso, ha caricato il video clip sui social media. Il video ha offeso molti maschi sessualmente repressi che hanno protestato contro Nusrat e hanno sostenuto il violentatore. Nel frattempo, in prigione, Sonagazi Islamia Fazil ha incontrato alcuni dei suoi sostenitori e ha dato istruzioni aff...

Famigerato gruppo Jihadista di nuovo attivo

Mail on Sunday : I membri di un famigerato gruppo jihadista, bandito dopo gli attentati del 7 luglio, sono di nuovo attivi online e si teme possano addestrare una nuova generazione di terroristi. Almeno 11 estremisti legati alla rete illegale Al-Muhajiro un (ALM) hanno usato i social media nelle ultime settimane. Il gruppo è stato collegato con gli attentati di Londra del 7 luglio nel 2005, che hanno ucciso 52 persone, l’uccisione del soldato Lee Rigby nel 2013 e l’attacco del London Bridge, due anni fa, che ne ha uccise otto. L’attività online coincide con la recente uscita di prigione del leader unico del gruppo nel Regno Unito, Anjem Choudary, 52 anni, sotto sorveglianza nella sua casa di East London. L’ex portavoce ALM Omar Brooks, 43 anni – noto anche com...

Donne afghane imprigionate per “crimini morali”

Gulnaz, una donna afgana pudica e tranquilla, ha attirato l’attenzione del pubblico nel 2011. A 16 anni, un parente maschio l’aveva violentata e ingravidata. Quando ha riferito quanto accaduto, è stata prontamente arrestata e incarcerata per 12 anni per adulterio poichè il suo stupratore era sposato. Quando l’interesse dei media nel suo caso si è intensificato, la sua condanna è stata ridotta a 3 anni. Seguì un tumulto internazionale e Gulnaz fu finalmente rilasciata dopo aver ricevuto la grazia con un decreto presidenziale. Eppure, la dura realtà era che la giovane donna avrebbe scambiato una prigione per un’altra. La legge la considerava una donna libera, ma la società avrebbe raccontato qualcosa di diverso da quando aveva dato alla luce la figlia del suo stuprato...

Gli ebrei sono codardi non ci si può fidare

Gli ebrei sono “codardi”, “intrighi impuri”, “non ci si può fidare” e possono stuprare le donne arabe “Gli inglesi sono un serpente nell’erba” Durante l’attuale mese del Ramadan, l’Autorità palestinese trasmette sulla TV di stato ufficiale una serie chiamata “Children of the Village Chief“. La serie descrive la vita araba intorno alla creazione dello Stato di Israele nel 1948 e successivamente in un villaggio in quella che fu fino alla Guerra dei Sei Giorni nel 1967, la “Cisgiordania” del Regno di Giordania. La prima puntata della serie inizia con la cosiddetta “Nakba” palestinese – la “catastrofe” della creazione di Israele – e continua fino agli anni ’80. Ne...

Baden-Wuerttemberg: Somalo, aggredisce pensionato, al grido “Allahu Akbar”

Un caso particolarmente violento scuote la Germania come succede quasi quotidianamente. L’ultimo caso è accaduto giovedì scorso nel Baden-Württemberg di Offenburg, quando un richiedente asilo di 25 anni proveniente dalla Somalia, che vive dal 2015 a spese dei contribuenti tedeschi, ha quasi ucciso un pensionato di 75 anni. Crimine violento o islamista motivato? La vittima stava tornando a casa quando è stato attaccato brutalmente dal giovane “rifugiato” Ali M. Ben probabilmente motivato religiosamente: Un’ora dopo [Dopo che il colpevole è arrivato a Offenburg in treno, ] si è scagliato come un selvaggio sul pensionato 75enne. Un testimone ha notato come il somalo ha continuato a picchiare l’anziano steso a terra, gridando “Allahu Akbar”. Il testimo...

Messaggio di Maryam Rajavi, presidente eletta dalla resistenza iraniana al convegno delle donne

Signore , Signori , cari amici Il mio paese è nelle mani di un regime che, rispetto alla sua popolazione, detiene il record delle esecuzioni, lontano dinnanzi a tutti gli altri. Come ha detto un poeta iraniano, il mio paese è una “terra dove il salario del becchino ha più valore della libertà dell’uomo”. Permettetemi di cominciare nel rendere omaggio ai 120.000 uomini, donne e bambini che si sono alzati da oltre venti anni per cambiare questa situazione in Iran e che sono stati giustiziati dalla dittatura religiosa. Le esecuzioni non sono riservate ai soli uomini e donne della resistenza. Per motivi di offese morali, di droga o di rapina a mano armato, la pena di morte e l’‘amputazione delle mani e dei piedi incombono senza pietà. L’esecuzione delle ragazze e ...

La santità del sangue musulmano

Abu ‘Abdurahman Mahad Warsame, un alto funzionario dello Shabaab, affronta la questione della violenza jihadista rivolta ai musulmani in un messaggio audio appena rilasciato. Il media di propaganda dello Shabaab, Al Kata’ib Media, ha prodotto la trasmissione, che è accompagnata da sottotitoli in inglese. Warsame si alterna tra arabo e somalo durante tutta la sua conferenza, che è costellata di riferimenti a testi islamici. Al Qaeda e le sue filiali regionali, tra cui lo Shabaab, hanno a lungo cercato di tracciare una linea sottile tra ciò che vedono come violenza legittima e operazioni che violano la dottrina islamica che vieta lo spargimento di sangue musulmano. È una questione spinosa che al Qaeda ha affrontato più volte. E Warsame ritorna sulla questione in questa trasmissio...

La guerra globale ai cristiani nel mondo musulmano

Ayaan Hirsi Ali: La guerra globale ai cristiani nel mondo musulmano Sentiamo spesso parlare di musulmani come vittime di abusi in Occidente e combattenti nella lotta della Primavera araba contro la tirannia. Ma, in realtà, è in corso un tipo di guerra completamente diverso: una battaglia non riconosciuta che costa migliaia di vite. I cristiani vengono uccisi nel mondo islamico a causa della loro religione. È un genocidio in aumento che dovrebbe provocare un allarme globale. Il ritratto dei musulmani come vittime o eroi è, nella migliore delle ipotesi, parzialmente accurato. Negli ultimi anni la violenta oppressione delle minoranze cristiane è diventata la norma nelle nazioni a maggioranza musulmana che vanno dall’Africa occidentale e dal Medio Oriente all’Asia meridionale e all...

Riapparso leader jihadista Abu Bakr al-Baghdadi

IL CAIRO (Reuters) – La rete dei media dello Stato islamico ha pubblicato lunedì un minaccioso video-messaggio attraverso i loro leader jihadista Abu Bakr al-Baghdadi in quella che sarebbe la sua prima apparizione dopo cinque anni fa Nel video di 18 minuti Al Furqan, un uomo barbuto con l’apparenza di Baghdadi dice che gli attentati di Pasqua nello Sri Lanka sono stati la risposta dell’IS alle perdite dell’ultima roccaforte territoriale di Baghouz in Siria. Ha quindi esortato di cercare vendetta per i membri incarcerati e uccisi, e chiede ai militanti che operano nell’Africa occidentale di moltiplicare gli attacchi contro “la crociata Francese ei suoi alleati“. L’autenticità e la data della registrazione non possono essere verificate in modo ...