Islam

Musulmani cercano di fermare la dimostrazione anti-Islam

PAESI BASSI: Eindhoven Teppisti musulmani cercano di fermare la dimostrazione anti-Islam “PEGIDA” lanciando sassi contro i dimostranti e la polizia di Eindhoven Domenica scorsa (2 giugno 2019) la polizia ha interrotto una manifestazione del movimento anti-Islamico “Pegida” a Eindhoven. Teppisti musulmani hanno bersagliato gli ufficiali di polizia e i manifestanti di Pegida con pietre. Finora dodici musulmani sono stati arrestati per violenza. Quattro agenti di polizia sono rimasti feriti nei disordini. I musulmani si sono riuniti circondando la piccola parata dietro una bandiera turca. La violenta contro-dimostrazione era illegale. Il movimento anti-islamico Pegida sta dimostrando contro l’influenza dell’Islam nei Paesi Bassi.

Filadelfia – Islam : Lo scandalo delle spose bambine.

Lo scandalo che coinvolge una giovane sposa in una moschea radicale di Filadelfia è solo la punta dell’iceberg, secondo il Clarion Intelligence Network, che ha indagato sui matrimoni di minorenni avvenuti da anni nella zona. Lo scorso marzo,la vittima, sposata all’età di 14 anni e che ora ha 17 anni, si è fatta avanti con accuse di violenza sessuale contro suo marito. In un video pubblicato su Facebook, la ragazza ha denunciato che poco dopo il suo matrimonio sia lei che sua sorella di 10 anni sono state abusate sessualmente da suo marito Rajmann Sanders. Sanders è stato accusato di stupro, aggressione indecente e costrizione forzata. È anche accusato di aver minacciato di sparare a una ragazza dopo averla aggredita. Anche se è dietro le sbarre, le vittime sono state poste in c...

Il regime iraniano chiude la Chiesa presbiteriana assira a Tabriz

La comunità cristiana assira nella città iraniana di Tabriz, nel nord-ovest, è sotto shock, dopo che la chiesa presbiteriana è stata chiusa con la forza all’inizio del mese. Gli agenti dell’intelligence del regime iraniano hanno preso d’assalto la chiesa vecchia 100 anni, sito del Patrimonio Nazionale, il 9 maggio, cambiando tutte le serrature, abbattendo la croce sul campanile e imponendo al direttore di lasciare la chiesa , denuncia l’Agenzia internazionale di stampa assira. Gli agenti del regime hanno messo in chiaro che al popolo assiro non è più permesso tenere alcun servizio di culto. I membri della chiesa avevano avuto paura pochi giorni dopo Natale, quando ai pastori di altre chiese è stato impedito di visitare la chiesa di Tabriz per un servizio di culto co...

Giù, giù, Israele ! Hamas dovrebbe essere in Australia !

AUSTRALIA Avi Yemini di TR News ha affrontato oggi un gruppo di manifestanti anti-Israele che si sono riuniti sui passi del Parlamento a Melbourne cantando, “Giù, giù, Israele!” La manifestazione, organizzata da un gruppo chiamato Al Quds Melbourne, fa parte delle manifestazioni internazionali di Al Quds, promosse dalla Repubblica islamica dell’Iran per esprimere sostegno alla Palestina. Durante la manifestazione di Melbourne, i manifestanti non solo hanno cantato la distruzione di Israele, ma alcuni hanno apertamente espresso il loro sostegno all’organizzazione terroristica Hamas. “Cosa ne pensi di Hamas?” Yemini chiede a uno degli uomini nella folla. “Dovrebbero essere qui“, rispose l’uomo. “Hamas dovrebbe essere qui.” La ...

La Merkel si rifiuta di mettere fuori legge Hezbollah

La Merkel si rifiuta di mettere fuori legge Hezbollah, snobbando gli ebrei tedeschi. Quando Mercoledì, il Jerusalem Post ha chiesto numerose volte se il governo tedesco prevede di vietare l’organizzazione terroristica sciita libanese, la Merkel e la Seehofer si sono rifiutati di rispondere. La cancelliera tedesca Angela Merkel e il suo ministro degli interni, Horst Seehofer, hanno ignorato un’urgente richiesta della minuscola comunità ebraica del paese di mettere fuori legge l’organizzazione terroristica Hezbollah in un clima scioccante di antisemitismo. Il presidente del Consiglio, il dott. Josef Schuster, ha detto oggi che “un divieto totale dell’organizzazione di Hezbollah è già avvenuto nei Paesi Bassi e nel Regno Unito“, aggiungendo che “Hezbo...

Studioso islamico chiede “separazione tra moschea e stato”, riceve minacce di morte

Lo studioso islamico Saïd Djabelkhir, che ha fatto recentemente notizia dopo aver affermato che il digiuno durante il Ramadan non è obbligatorio, ha sostenuto questa volta l’applicazione della laicità in Algeria. Il fondatore del Circle of Lights for Free Thought (CLPL) vede la separazione della religione dalla politica come una necessità nelle società musulmane, al fine di preservare l’Islam dalla strumentalizzazione. Saïd Djabelkhir ha affermato che il dibattito sulla religione è tabù in una società che “rende la religione un materiale di consumo piuttosto che renderla una questione di riflessione con strumenti critici e domande moderne che riflettono i bisogni odierni delle società“. Lo studioso basa il suo ragionamento sugli esempi dell’evoluzione della pr...

Nigeria, strage di Cristiani

JOS, Nigeria, 29 maggio 2019 (Morning Star News) Almeno sette cristiani sono stati uccisi in Nigeria domenica 26 maggio, vicino a Jos, capitale dello stato di Plateau, mentre tornavano a casa dalla funzione domenicale. Un gruppo di musulmani Fulani ha attaccato i fedeli bruciando decine di case in diversi villaggi (Cele Bridge, Tina Junction, Rikkos, Dutse Uku, Yan Trailer e Angwan Rukuba). OLTRE 30 CRISTIANI UCCISI IN 12 ORE Il reverendo Luke Shehu ha invece dichiarato che i morti sono molto di più. «I Fulani stanno cercando di islamizzare e fulanizzare la Nigeria», ha scritto in un comunicato. «Nonostante l’intervento delle forze di sicurezza, in meno di 12 ore circa 30 cristiani sono stati uccisi e 20 case bruciate o distrutte. I Fulani indossavano uniformi militari e provenivano da com...

Muhammad Al-Hassan : I musulmani devono avere qualcosa che terrorizzi i loro nemici

22 maggio 2019 Il religioso mauritaniano Muhammad Al-Hassan Ould Al-Dadou Al-Shanqiti ha detto in un’intervista trasmessa su Al-Aqsa TV (Hamas-Gaza) il 22 maggio 2019, che i musulmani hanno il dovere di lottare per ottenere armi nucleari affinché si possa minacciare di usarle, è “l’unico modo per scoraggiare i nemici“. Abbiamo l’esempio del Pakistan, che ha dichiarato di non essere più “molestato” dai suoi vicini una volta ottenuto armi nucleari. Al-Shanqiti ha anche detto che la recente “corsa” per normalizzare le relazioni con i sionisti è causata dalla mancanza di fede in Allah e dal fatto che i sionisti possiedono un’arma nucleare mentre gli arabi no. Ha aggiunto che i musulmani non devono usare tale arma a meno che non venga ...

Bangladesh: condannati a morte per aver bruciato una ragazza di 18 anni.

Mercoledì 29 maggio 2019 (Sonagazi Model Thana) Il 27 marzo di quest’anno, la 18enne Nusrat Jahan ha denunciato Sonagazi Islamia Fazil, preside della sua scuola islamica, per aver tentato di violentarla. A differenza di molte ragazze dei paesi islamici, Nusrat ha denunciato il tentativo di stupro alla polizia che ha arrestato il colpevole.. Sfortunatamente per Nusrat, il poliziotto che l’ha interrogata, l’ha filmata in segreto durante la sua dichiarazione e per ragioni note solo a se stesso, ha caricato il video clip sui social media. Il video ha offeso molti maschi sessualmente repressi che hanno protestato contro Nusrat e hanno sostenuto il violentatore. Nel frattempo, in prigione, Sonagazi Islamia Fazil ha incontrato alcuni dei suoi sostenitori e ha dato istruzioni aff...

Famigerato gruppo Jihadista di nuovo attivo

Mail on Sunday : I membri di un famigerato gruppo jihadista, bandito dopo gli attentati del 7 luglio, sono di nuovo attivi online e si teme possano addestrare una nuova generazione di terroristi. Almeno 11 estremisti legati alla rete illegale Al-Muhajiro un (ALM) hanno usato i social media nelle ultime settimane. Il gruppo è stato collegato con gli attentati di Londra del 7 luglio nel 2005, che hanno ucciso 52 persone, l’uccisione del soldato Lee Rigby nel 2013 e l’attacco del London Bridge, due anni fa, che ne ha uccise otto. L’attività online coincide con la recente uscita di prigione del leader unico del gruppo nel Regno Unito, Anjem Choudary, 52 anni, sotto sorveglianza nella sua casa di East London. L’ex portavoce ALM Omar Brooks, 43 anni – noto anche com...

Donne afghane imprigionate per “crimini morali”

Gulnaz, una donna afgana pudica e tranquilla, ha attirato l’attenzione del pubblico nel 2011. A 16 anni, un parente maschio l’aveva violentata e ingravidata. Quando ha riferito quanto accaduto, è stata prontamente arrestata e incarcerata per 12 anni per adulterio poichè il suo stupratore era sposato. Quando l’interesse dei media nel suo caso si è intensificato, la sua condanna è stata ridotta a 3 anni. Seguì un tumulto internazionale e Gulnaz fu finalmente rilasciata dopo aver ricevuto la grazia con un decreto presidenziale. Eppure, la dura realtà era che la giovane donna avrebbe scambiato una prigione per un’altra. La legge la considerava una donna libera, ma la società avrebbe raccontato qualcosa di diverso da quando aveva dato alla luce la figlia del suo stuprato...