Italia

SEQUESTRATA NAVE OCEAN VIKING ONG FRANCESE

“Diverse irregolarità di natura tecnica, tali da compromettere la sicurezza degli equipaggi e delle persone recuperate a bordo nel corso del servizio di assistenza svolto”. E’ l’esito dell’ispezione della Guardia costiera sulla nave Ocean Viking, di bandiera norvegese, che ha portato al fermo amministrativo dell’imbarcazione. Attraccata lo scorso 25 Dicembre a Trapani, dopo lo sbarco dei migranti e un periodo di quarantena, è stata sottoposta a un’ispezione ordinaria periodica, obbligatoria ogni 12 mesi. E’ la stessa nave dell’ong sotto inchiesta per avere scaricato in Italia clandestini infetti.

TOGHE ROSSE ORDINANO DI DARE LE CASE POPOLARI DEGLI ITALIANI AGLI IMMIGRATI: “RISARCIRLI ANCHE CON 2.500 EURO”

L’esclusione dei non cittadini dalle misure di assistenza deve essere inserita direttamente nella Costituzione per impedire alle toghe ideologicamente corrotte di poter mettere bocca. Siamo in Italia e le case popolari non solo dovrebbero andare prima agli italiani: ma SOLO agli italiani. Questa è la normalità. Tutto il resto è perversione ideologica. Invece le toghe rosse agiscono sempre ed in ogni modo per danneggiare l’Italia. Sono come cellule dormienti dell’invasore. Il Comune dovrà risarcire il diritto leso alle famiglie straniere, che erano state escluse dalla graduatoria per una casa pubblica. Lo ha deciso il tribunale di Monza, che ha condannato il municipio riconoscendo le istanze presentate da due cittadini che si erano visti cancellare dal bando che assegnava gli alloggi. Entra...

I migranti “alloggiano in camere d’albergo a quattro stelle a € 150 a notte a carico dei contribuenti” mentre i cittadini lottano per poter pagare bollette energetiche nel caos del costo della vita

I migranti alloggiano in camere d’albergo da € 150 a notte pagate dal contribuente Migliaia di migranti sono arrivati illegalmente in Italia nel 2021 e migliaia sono ospitati in hotel a 5 stelle Ospitare i migranti in questo modo potrebbe portare a un “profondo risentimento” I migranti illegali dovrebbero essere nei centri di detenzione piuttosto che negli hotel di lusso

ACCERCHIATI E ACCOLTELLATI IN STRADA DA 10 IMMIGRATI: MILANO È IN MANO AI NORDAFRICANI

Stupri di gruppo e violenze. Milano è in balia dei nordafricani. Agli agenti delle Volanti, i due hanno raccontato di essere stati accerchiati all’improvviso da dieci uomini di origine nordafricana; poi alcuni di questi li avrebbero aggrediti a coltellate, ferendoli rispettivamente all’addome e al petto. I feriti, di 21 e 22 anni, sono stati soccorsi. Ora toccherà alla polizia verificare il loro racconto e identificare i componenti del gruppo che li ha circondati e aggrediti. Il raid, secondo quanto risulta, sarebbe avvenuto fuori da un bar, al culmine di un litigio scoppiato per motivi ancora da chiarire. Gli investigatori dell’Ufficio prevenzione generale della Questura hanno raccolto le testimonianze dei presenti e avviato le procedure per acquisire i filmati registrati nei minuti del b...

NORDAFRICANO SI MASTURBA SUL BUS DAVANTI ALLE RAGAZZINE: POI MASSACRA DI BOTTE UNA DONNA A BOLOGNA

“Io non so se l’uomo del bus e la persona che mi ha aggredito siano la stessa persona. So solo che le due vicende sono avvenute a distanza di dieci minuti e che almeno in un caso, se l’autista Tper avesse chiamato la polizia, un delinquente sarebbe finito nei guai”. La donna è appena uscita dagli uffici della polizia di via degli Agresti. “Non so se andare in ospedale. Ho ancora dolore alla spalla, ma è già sera e adesso andare in giro di notte da sola mi fa paura”, racconta. La donna, la sera dell’Epifania, dopo aver concluso il turno nel ristorante dove lavora, intorno a mezzanotte e tre quarti, è salita sul bus 27, in via Indipendenza, per tornare a casa. “Mentre ero a bordo mi sono accorta di un uomo, un magrebino sui trent’anni, che si stava masturbando davanti a due ragazzine. Eravam...

AFRICANO STUPRA LA FIGLIA DI 13 ANNI A MACERATA: L’HA FATTO ‘SOLO’ TRE VOLTE

Violenze sessuali sulla figlia 13enne, in carcere un immigrato di 43 anni. I poliziotti della Squadra mobile, diretti dal commissario capo Matteo Luconi, hanno rintracciato e arrestato l’uomo, africano di nazionalità guineana, in regola con il permesso di soggiorno e residente a Macerata. In tre distinte occasioni avrebbe compiuto abusi sessuali nei confronti della figlia, sfruttando la sua posizione di autorità rispetto alla vittima. Gli agenti hanno dato così esecuzione all’ordine di carcerazione spiccato dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Macerata, Claudio Bonifazi, su richiesta del pubblico ministero Rita Barbieri. Hanno fatto irruzione a casa dell’africano e, una volta accompagnato negli uffici della questura e foto-segnalato, il 43enne è stato condotto in carcer...

LE DONNE NON POSSONO ENTRARE, MIGRANTI: “SIETE INFERIORI” (video)

Il parco del Colle Oppio, a Roma, è da anni off limits per le donne, prese di mira dai migranti. La denuncia dei residenti: “Per cultura le considerano inferiori”.

LA PIAGA ITALIANA DELLE BAMBINE COSTRETTE AL MATRIMONIO ISLAMICO

In meno di due anni scoperti dalla polizia 24 casi di minorenni costrette a dire «sì» a un matrimonio combinato. Le vittime sono musulmane straniere, soprattutto pakistane, bangladesi e rom. Ma è la punta di un iceberg di cui nessuno parla mai. L’ex parlamentare italo-marocchina Souad Sbai: «A molte ragazzine è impedito di andare a scuola, primo passo verso la sottomissione. Ma la Boldrini non volle riceverci».

“I MIEI GENITORI SGOZZATI DA PROFUGO E IL GOVERNO APRE I PORTI” (video)

Vincenzo Solano, 68 anni all’epoca dei fatti, e la moglie Mercedes Ibanez, 70, erano due coniugi con una vita tranquilla. Dopo tanti anni trascorsi da emigranti in Germania, arrivati alla pensione si erano trasferiti nella terra natìa di Vincenzo, la Sicilia. Li attendeva una lunga e serena vecchiaia in una villetta comprata coi soldi di tanti anni di sacrifici. E invece no. Sulla loro strada, i Solano, hanno incontrato un 18enne della Costa d’Avorio, Mamadou Kamara. Il solito africano fuggito da guerre che non ci sono e per anni mantenuti in Italia. Lui, in particolare, era uno delle migliaia ospitati a spese dei contribuenti nel lussuoso CARA di Mineo. Che chiuse Salvini, come promesso, a giugno dello scorso anno La figlia è una delle poche parenti di vittime degli immigrati che ha avuto...

MIGRANTE: “CI DANNO 30MILA DOLLARI PER SALIRE SUL BARCONE E FARCI ESPLODERE IN ITALIA” (video)

Dal Pakistan era arrivato in Libia. Lì, al clandestino, era stato offerto di compiere un attentato in Italia una volta che, sbarcato, sarebbe stato accolto come profugo. In cambio di 30mila dollari da girare alla famiglia di origine La domanda è: quanti ce ne sono, di questi, in Italia? Diversi sono stati scoperti in questi anni, ma quanti sono in attesa? E quanti stanno arrivando in questi giorni sulle navi delle Ong, ora che i porti sono di nuovo aperti? Gente che poi, magari, ti ritrovi come vicino. In una casa popolare.

MUSULMANA: “LECITO STUPRARE DONNE CRISTIANE” (video)

Nel video una studiosa dell’università islamica egiziana di Al-Azhar, che è il punto di riferimento per l’Islam moderato in tutto il mondo, ed è guidata dal Grande Imam, spesso ospite di Bergoglio, discute sulla liceità dello stupro di donne non musulmane. L’islamica affronta il tema della pratica islamica dello stupro sanzionatorio: “Le prigioniere di guerra sono ‘cose possedute’. Al fine di umiliarle, diventano proprietà del comandante dell’esercito, o di un musulmano qualsiasi, e lui può avere rapporti sessuali con loro, proprio come lui ha rapporti sessuali con le sue mogli”. Lo stupro di cristiane è halal. Ripetiamo: non ISIS, ma la fonte principale del diritto islamico sunnita. Quello che viene predicato nelle moschee più o meno legali in Italia. Quando i combattenti ISIS gridano All...

STUPRI DI GRUPPO A MILANO, PD ASSOLVE NORDAFRICANI: “E’ COLPA DELLA SOCIETÀ PATRIARCALE”

“Ogni giorno succede a centinaia di donne, ieri è successo a me. Travolta da decine di insulti, minacce e inviti allo stupro”: così si lamenta sul suo profilo Fb la segretaria del Pd metropolitano Milanese Silvia Roggiani, che non aveva condannato le violenze afroislamiche subite in piazza Duomo da alcune ragazze la notte di Capodanno, “sostenendo – ricorda lei stessa – che queste violenze sono spesso figlie di una società patriarcale e che, per questo, serve un intervento a partire dalla scuola”. A partire dalla scuola. Dove, in Tunisia? In Egitto? Alcune frasi del suo post sono state riportate sul profilo facebook del viceministro delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili, Alessandro Morelli (Lega) che aveva così commentato: ”Fanno arrivare qui decine di migliaia di persone senza...