Migranti

La morte della madre iraniana è stata un “delitto d’onore”? La polizia indaga se una donna, 47 anni, trovata morta nella casa di Liverpool sia stata uccisa per “motivi culturali” – dopo aver arrestato tre uomini per il suo omicidio

Malak Adabzadeh, 47 anni, è stata trovata morta a Stoneycroft giovedì La polizia ha detto che la signora Adabzadeh viveva a Stoneycroft ma era originaria dell’Iran Gli investigatori stanno indagando se le “ragioni culturali” possano essere state un movente Tre uomini, di 21, 57 e 46 anni, sono stati arrestati con l’accusa di omicidio Gli investigatori stanno indagando se la morte di una madre in una casa di Liverpool possa essere stata dovuta a “motivi culturali”. Malak Adabzadeh, 47 anni, noto anche come Katy, è stata trovata morta a Stoneycroft poco prima delle 17:00 di giovedì, secondo la polizia del Merseyside. La polizia ha detto che la signora Adabzadeh viveva a Stoneycroft ma era originaria dell’Iran. Tre uomini – due di 21 e 57 anni d...

YUSSUF MUSTAPHA, 14 ANNI, NATO IN ITALIA UCCIDE 15ENNE A COLPI DI COLTELLO E PISTOLA

Letta e i suoi amici potrebbero dire che un italiano ha ammazzato un inglese in Inghilterra. Pensate che mondo idiota stiamo abitando. Ergastolo al 14enne, nato in Italia, Yussuf Mustapha: è stato riconosciuto colpevole dell'omicidio dello studente di 15 anni Keon Lincoln, ucciso a colpi di revolver e di coltello a Birmingham lo scorso gennaio. pic.twitter.com/plOzlotZsW — Francesca Totolo 2 (@fratotolo2) November 29, 2021

LA VARIANTE AFRICANA OMICRON ERA GIÀ A LAMPEDUSA L’11 NOVEMBRE ” MA NON SE NE SONO ACCORTI”

Nessuna misura speciale per la variante africana sull’isola teatro degli sbarchi. Ad oggi nessuno conosce esattamente la letalità della nuova variante africana Omicron, quello che è certo è che le sue mutazione la rendono molto più contagiosa rispetto alla già più contagiosa Delta e, probabilmente, come del resto dimostrato dal paziente zero italiano e dai suoi parenti, buca i vaccini. E’ già abbastanza per essere preoccupati. Non così a Lampedusa, dove non è cambiato nulla. La notizia che la variante Sudafricana potrebbe soppiantare a breve la variante Delta ed essere più contagiosa continua a destare preoccupazione, trasformata in panico dopo l’individuazione del primo caso in Italia. Ad oggi la pericolosità della variante Omicron è sconosciuta per l’insufficienza dei dati disponibili ma...

IMMIGRATI SI FANNO RIPORTARE IN LIBIA DOPO LO SBARCO

Ovviamente in Libia pagheranno per imbarcarsi di nuovo invece di essere rimandati a casa. Perché non ci sono i lager in Libia, ma i loro scafisti. 31 #migranti, salvati dalla Guardia costiera tunisina a bordo di un barcone (487 immigrati), hanno deciso subito di tornare in #Libia. Ma non scappavano tutti dalle torture dei "lager libici"? pic.twitter.com/xocesX6W7y — Francesca Totolo 2 (@fratotolo2) November 30, 2021

Un gruppo di 100 migranti attacca il confine polacco

Venerdì sera vicino a Białowieża, diversi camion si sono avvicinati al confine polacco-bielorussoe da 100 a 110 migranti sono scesi dai camion e hanno iniziato a lanciare pietre, rami di alberi e tubi in direzione della polizia polacca, della guardia di frontiera e degli ufficiali militari. La portavoce della guardia di frontiera, il tenente Anna Michalska, ha dichiarato che nello stesso momento in cui i migranti hanno gettato una passerella sulla barriera di filo spinato, gli ufficiali della guardia di frontiera bielorussa hanno accecato i servizi polacchi con laser e luci stroboscopiche. Un gruppo di stranieri è riuscito a sfondare il confine ed è entrato per circa 12 metri nel territorio polacco. “Gli intrusi sono stati arrestati e respinti dalla guardia di frontiera polacca verso...

Violenta rivolta all’interno di un centro per migranti in Polonia

Giovedì sera, gli agenti di polizia polacchi ha dovuto di sopprimere la rivolta di un violento gruppo di migranti che risiedevano nel centro per migranti nel villaggio di Wędrzyn nella Polonia occidentale, vicino al confine tedesco. L’unità di polizia regionale di Lubuskie ha condiviso un video della rivolta sui social media. Nella clip, i migranti lanciano violentemente sedie contro le telecamere di sorveglianza e rompono la recinzione intorno all’edificio. “Gli agenti di polizia sono stati in grado di prevenire l’escalation della rivolta nel centro per i migranti. Grazie alle azioni professionali degli agenti di polizia, la situazione si è stabilizzata. Forze significative sono ancora presenti per garantire la sicurezza”, ha scritto la polizia su Twitter. PO...

PAKISTANO PERSEGUITA DONNA ITALIANA E SI MASTURBA DAVANTI A LEI E FIGLIOLETTA

A Torpignattara lo conoscono tutti almeno di vista. Seppur mai in modo violento nel corso dei mesi sono stati numerosi i cittadini nei confronti del quali l’uomo aveva avuto atteggiamenti aggressivi, infastidendoli senza un apparente motivo. Un disturbatore seriale che ha poi oltrepassato il limite nel momento in cui si è invaghito di una donna. Era l’inizio del mese di novembre e da allora ogni giorno è divenuto sempre più molesto, tanto da arrivare ad aspettarla sotto casa. Un incubo che si materializzava ad ogni incrocio e marciapiede del quartiere, nonostante la donna fosse in compagnia della figlia piccola. Culmine degli atti persecutori degli atti osceni, con l’uomo arrivato ad abbassarsi i pantaloni davanti la 40enne per poi masturbarsi davanti a lei e la bimba di 10 anni, scoppiata...

CONCLUSO LO SBARCO DEI 500 CLANDESTINI TEDESCHI DI SEA WATCH: TUTTI SPARPAGLIATI IN ITALIA

La variante esiste solo per gli italiani. Si è concluso, dopo due giorni dall’arrivo, lo sbarco dei 461 CLANDESTINI prelevati dai trafficanti umanitari tedeschi di Sea Watch4 in diverse operazioni davanti alla Libia. La nave della ong tedesca è approdata al porto di Augusta, nel Siracusano, venerdì alle 15 dopo il via libera del Viminale al luogo sicuro di sbarco. Dopo che per giorni la stessa Lamorgese aveva assicurato che non sarebbero sbarcati. Ma come ormai abbianmo capito Comandano le ONG. Come sempre ridicole le procedure sanitarie previste per accertare casi di positività al covid 19: come sappiamo i tamponi che fanno allo sbarco sono notoriamente imprecisi. I primi a scendere sono stati i presunti “150 minori non accompagnati” che sono stati trasferiti in alcuni centri ...

RAGAZZINE PICCHIATE DALL’AFRICANO ALLA FERMATA DEL BUS: “E’ REGOLARE”

Due adolescenti si trovavano nei pressi della stazione della Roma-Fiumicino, quando un 20enne egiziano le ha aggredite e picchiate sabato sera e solo l’intervento dei Carabinieri, che lo hanno immobilizzato, ha evitato il peggio. In base alle ricostruzioni, l’episodio di violenza nei confronti delle ragazzine sarebbe avvenuto sabato sera verso le 21 nelle vicinanze del Secure park adiacente Parco Leonardo. Le ragazze, che non conoscevano il loro aggressore, si sarebbero messe a discutere con quest’ultimo che prima ha strattonato una di loro, e per tutta risposta l’altra sarebbe intervenuta per scongiurare il pericolo. A seguito della colluttazione, una delle due è rimasta lievemente contusa con escoriazioni a polsi e ginocchia. A quel punto una delle vittime ha chiamato i Carabinieri che h...

PRESI A BASTONATE DA TRE IMMIGRATI SOLO PER DIVERTIMENTI: GLI FRATTURANO SPALLE

Gli aggressori sono scesi da una utilitaria e, pare addirittura dopo aver fatto colazione nella pasticceria, hanno picchiato un primo lavoratore, nel cortile esterno dell’azienda, nella zona industriale di Balanzano. Non contenti gli aggressori si sono poi accaniti con spranghe e manganelli, sul furgone. Dopo qualche minuto, in soccorso del lavoratore picchiato è arrivato un collega, che è stato anche lui picchiato. I tre aggressori sono poi ripartiti con la loro auto riuscendo a far perdere le proprie tracce nel buio. L’aggressione, brutale e apparentemente senza alcun motivo, è scattata all’alba di sabato. Vittime, i titolari di un bar/pasticceria di Ponte San Giovanni (Perugia), intenti a caricare i prodotti sul loro furgone per le successive consegne a bar e locali. I due sono stati pi...

I giudici tedeschi hanno molta simpatia per un turco che ha ucciso una donna con 76 colpi di coltello: “Aveva violato il suo onore”

Alim K. (24 anni) ha teso un’imboscata alla sua ex fidanzata incinta con un coltello. Poi lo studente l’ha pugnalata 76 volte, uccidendo Juvy-Ann (22 anni) e il loro bambino non ancora nato. Ma per il giudice Thomas Kelm questo crimine non è omicidio, ma solo omicidio colposo. Ieri l’assassino è stato condannato a dieci anni di carcere dal Tribunale regionale di Dortmund (Renania settentrionale-Vestfalia), ma può chiedere la libertà condizionale dopo due terzi della pena. I genitori della vittima sono rimasti sbalorditi dalla sentenza indulgente. La madre è scoppiata a piangere in aula. Hans Joachim F. ha detto al giornale BILD in lacrime: “Un rapinatore di banche riceve la stessa condanna. E qui un uomo massacra mia figlia e magari esce di prigione prima che abbia ...

MILITARI MALTESI RESPINGONO BARCONE CARICO DI INVASORI IN LIBIA

Applausi alle Forze Armate maltesi. Se ne lamenta il radiotaxi degli scafisti fondato dal noto trafficante di droga: ⚠️Respingimento illegale in #Libia dall'area #SAR maltese!Dopo essere stati attaccati dalla cosiddetta GC libica, le ~85 persone sono state illegalmente ricondotte in Libia. Questa è l'ennesima violazione da parte di @Armed_Forces_MT!Dovranno rispondere di questi crimini! — Alarm Phone (@alarm_phone) November 25, 2021