Migranti

Il fuoco distrugge il campo dei migranti sull’isola greca di Samos

Sono in rete le riprese video di un enorme incendio che ha distrutto il campo di migranti di Vathy sull’isola greca di Samos.. Grazie a una rapida risposta dei vigili del fuoco dell’isola, l’incendio è stato contenuto in una sezione del campo. Le autorità stanno ora indagando sulle cause dell’incendio. A fire broke out in #Vathy camp, #Samos an hour ago leaving around 100 people without shelter. MSF teams are close to the camp & ready to offer medical care & psychological support to those affected by the fire. We cannot confirm any information regarding the cause of the fire. pic.twitter.com/oVQKS0eEyD — MSF Sea (@MSF_Sea) April 26, 2020 Secondo il Segretariato generale dell’informazione e della comunicazione, ci sono 7.216 migranti e richiedenti asilo...

Svezia: richiedente asilo stupra ragazza adolescente disabile

Le autorità svedesi hanno accusato un richiedente asilo di stupro di una ragazza adolescente disabile. Il cittadino del Kosovo a cui era stato emesso un ordine di espulsione dopo che la sua domanda di asilo era stata negata, è accusato di aver costretto una ragazza di 15 anni handicappata a fare sesso con lui dopo averle dato 200 krona svedesi (18 euro) e delle sigarette. Secondo il procuratore Alexandra Giraldo, i due si erano conosciuti su internet. Dopo aver convinto la ragazza a incontrarlo, lo stupratore ha usato la violenza per costringere la giovane ragazza a fare sesso con lui in due diverse occasioni lo scorso autunno nella città di Trollhettan. Fonte: Nyheter Idag Nel capo di accusa si legge: “I’uomo ha impropriamente approfittato della ragazza a causa della sua disab...

Malta: i migranti protestano contro la quarantena nel centro di detenzione (video)

I migranti ospitati nel centro di accoglienza di Hal Far, nel sud di Malta, hanno protestato per essere stati messi in quarantena. La situazione di Hal Far è diventata piuttosto tesa la settimana scorsa, quando i migranti hanno cominciato ad opporsi ad essere confinati in quarantena a causa della pandemia del coronavirus (COVID-19). La polizia e i distaccamenti delle forze armate maltesi sono stati chiamati per tenere la situazione sotto controllo. Fonte: One News di Malta. Da allora, la situazione si è calmata. Attualmente circa 1.000 migranti vivono ad Hal Far. Il centro è stato messo in quarantena all’inizio di questo mese dopo che otto migranti sono risultati positivi al virus.   Il 10 aprile Malta ha informato l’Unione europea che non accoglierà più migranti illegali ...

Italia: 56 migranti clandestini sbarcano a Lampedusa in piena pandemia

Le autorità italiane hanno fatto sbarcare 59 migranti illegali intercettati al largo di Lampedusa a bordo di un barcone di legno, nonostante abbia sostenuto all’inizio di questo mese di aver chiuso i porti italiani ai migranti. Dopo aver avvistato una barca di legno a un miglio dalla costa delle isole Pelagine, la Guardia Costiera italiana e la Guardia di Finanza hanno intercettato i 59 migranti illegali e li hanno scortati al molo Favaloro di Lampedusa dove i migranti sono stati immediatamente sbarcati. Fonte: La Stampa. Si ritiene che il gruppo di migranti, che affermano di provenire dal Camerun, dalla Guinea, dalla Costa d’Avorio e dalla Tunisia, sia salpato dalla Tunisia. Due terzi dei migranti a bordo della barca erano uomini. Poiché la struttura dei migranti di Imbriacola...

Slovenia: 55 migranti illegali catturati nonostante la chiusura delle frontiere

Nelle ultime 24 ore, la polizia slovena ha arrestato 55 migranti che stavano attraversando illegalmente il confine, nonostante la chiusura delle frontiere di emergenza attraverso i Balcani. I migranti sono stati catturati e trattenuti dal Dipartimento di Polizia di Lubiana, secondo un rapporto di Slovene Nova24. Funzionari di polizia hanno detto che i migranti provenivano da Algeria, India, Pakistan e Marocco. La polizia ha dichiarato che sono in corso accuse penali contro i migranti. Nova24 ha osservato che è notevole che i migranti siano riusciti ad arrivare in Slovenia, nonostante i confini di tutti i paesi lungo la rotta balcanica che di solito usano per andare dall’Europa meridionale a quella settentrionale sono attualmente chiusi a causa della pandemia in corso del coronavirus ...

Grecia: i residenti di Chios chiedono mezzo milione di euro di danni per atti illegali commessi dai migranti

I residenti che vivono sull’isola greca di Chios hanno chiesto quasi mezzo milione di euro di danni per atti illegali commessi da migranti e richiedenti asilo. Gli immigrati e i richiedenti asilo hanno saccheggiato vaste aree che circondano la struttura abitativa per migranti. Oltre 206 reclami sono stati fatti dai residenti dell’isola in cui chiedono un risarcimento per furti e danni. Fonte: Proto Thema Secondo Proto Thema, i migranti hanno distrutto decine di acri di agrumi e verdure, distrutto pollai e rubato tutto “da porte, finestre, a elettrodomestici” dalle case dove sono stati ospitati per lunghi periodi di tempo.

Irlanda: uomo mediorientale accusato dell’omicidio di uno studente

Un tribunale irlandese ha accusato un mediorientale dell’omicidio di Eoin Boylan, un irlandese cresciuto nella città di Ennis. Nassar Ahmed, 39 anni, si ha risposto “va bene” dopo che la Corte distrettuale di Ennis lo ha formalmente accusato di omicidio di uno studente di 32 anni a Ennis il14aprile. Fonte: Irish Times. Dopo lìaggressione, avvenuta alle 15:00 a Gordon Drive, Eoin Boylan è morto in ambulanza. Eoin, che era un membro di Banner Martial Arts and Fitness, è stato descritto come “l’incarnazione della gentilezza e dell’umiltà” e “uno studente determinato e un amico generoso” dai suoi coetanei. Un portavoce del club ha detto: “È troppo presto per usare molte parole. Siamo disgustati dalla notizia. Quelli di voi che conosce...

Operatori umanitari greci aggrediti e sopraffatti da migranti aggressivi (video)

L’agenzia di stampa francese AFP ha pubblicato un video che mostra un grande gruppo di migranti che travolgevano gli operatori umanitari greci mentre stavano distribuendo cibo e altri elementi essenziali. L’incidente si è verificato al di fuori di un hotel a Kranidi sulla penisola del Peloponneso in Grecia. VIDEO: Migrants, who have been quarantined in a Greek hotel after a COVID-19 outbreak, rush to get aid supplies pic.twitter.com/rutuN1UTOV — AFP news agency (@AFP) April 22, 2020

Francia: Due Migranti condannati per aver sputato contro un agente di polizia

Due migranti sono stati condannati per aver sputato ad un agente di polizia a Montauban, nel sud della Francia, affermando di essere stati infettati dal coronavirus (COVID-19). Isam Driouech, 39 anni, è stato condannato a due anni di reclusione. IIsmal A., 25 anni, Marocchino, è stato condannato a sei mesi con la sospensione della pena. Fonte:i La Depeche. I procedimenti giudiziari sono stati condotti in videoconferenza come misura di allontanamento sociale. Secondo l’accusa, la sera del 18 marzo, la coppia, che all’epoca era senzatetto, ha rubato una carta di credito a un terzo senzatetto minacciandolo con un coltello. Quella stessa notte, la coppia ha aggredito con un coltello un altro senzatetto di 18 anni. L’aggressione è stata registrata dalle telecamere di sorveglia...

Nonostante il rischio di infezione: marocchini sputano sui clienti dei supermercati a Bolzano

In tempi di rigide misure igieniche e di tutela della salute: un marocchino di 24 anni ha sputato sui clienti in un supermercato di Bolzano. Una pattuglia dei carabinieri è intervenuta in un supermercato a Bozner Bindergasse martedì pomeriggio. I dipendenti volevano cacciare un uomo marocchino pesantemente ubriaco che aveva molestato i clienti del supermercato dal negozio. Il marocchino ha poi iniziato a sputare “tutto e tutto”, hanno detto le forze dell’ordine. Quando gli ufficiali hanno chiesto all’uomo il suo nome e la sua carta d’identità, ha aggredito anche loro. Le guardie sono riuscite a sopraffare il ventiquattrenne e ad ammanettarlo. Il 24enne non ha un permesso di soggiorno valido ed ha già un ordine di espulsione. Il marocchino deve rispondere di re...

Paesi Bassi: diciottenne accoltellato a morte da richiedente asilo sudanese

Un richiedente asilo sudanese è stato arrestato durante il fine settimana per aver ucciso un ragazzo olandese di 18 anni con un coltello nel comune di Oss, nel sud dei Paesi Bassi. L’omicidio è avvenuto domenica scorsa verso le 8 del mattino, quando un 25enne sudanese ha aggredito e accoltellato la vittima, Rik van de Rakt, mentre andava al lavoro. Fonte: De Telegraaf . Pochi istanti dopo l’attacco insensato, il corpo senza vita di Rik van de Rakt è stato scoperto da un passante. Da lì non c’è voluto molto perché gli agenti di polizia trovassero l’assassino e lo arrestassero. Si dice che il venticinquenne richiedentei asilo e che vive a Heesch, sia stato trovato dalle autorità in uno “stato confuso” con l’arma del delitto ancora in tasca. A quanto ...

Germania: banda di tre afghani violenta ragazza di 19 anni

L’ufficio del pubblico ministero di Wiesbaden e il Dipartimento delle indagini penali di Wiesbaden stanno attualmente indagando su tre rifugiati afghani di 19 e 23 anni accusati di stupro. Tutti e tre sono hanno stuprato una diciannovenne in un cantiere nella zona di Moritz-Hilf-Street a Wiesbaden la sera del 7 aprile 2020. Sono stati emessi mandati d’arresto per tutti e tre gli afghani. Dopo il crimine, la vittima si è rifugiasta da una confidente che, insieme a lei, ha informato la polizia l’11 aprile 2020. Secondo queste informazioni, uno dei due diciannovenne è l’ex fidanzato della vittima, con il quale aveva avuto un appuntamento la sera dello stupro. In quell’incontro l’afghano si è presentato accompagnato da due familiari venuti da Berlino per vis...