World News

Un prete gay nella Chiesa di Svezia dice che non sposerà più coppie eterosessuali

L’attivista LGBTQ di lunga data e sacerdote apertamente gay nella Chiesa di Svezia, Lars Gårdfeldt, ha promesso di smettere di eseguire cerimonie matrimoniali per le persone eterosessuali per protestare contro una regola all’interno della Chiesa che consente ai sacerdoti appena ordinati di rifiutarsi di sposare coppie dello stesso sesso. Parlando con l’emittente statale Sverige Radio, Gårdfeldt ha detto che finché altri sacerdoti della Chiesa di Svezia potranno rifiutare le cerimonie matrimoniali alle coppie omosessuali, continuerà a rifiutarsi di sposare coppie eterosessuali. Le parole del sacerdote arrivano nel bel mezzo di un rinnovato dibattito sull’argomento, e poco prima delle elezioni della Chiesa, che si sono tenute lo scorso fine settimana. Diversi partiti ...

Svezia: il deputato pro-migrazione Hanif Bali indagato per aver fatto pressioni su ragazze minorenni per foto di sesso e nudo

Il partito moderato svedese ha sospeso le indagini interne su uno dei suoi parlamentari che è stato accusato, tra le altre cose, di aver fatto pressioni su un’adolescente per fare sesso con lui. Invece, il partito ha esortato la ragazza e la sua famiglia a portare la questione alla polizia. La vittima, di 17 anni, sostiene che dopo aver inizialmente incontrato Bali alcuni mesi prima, ha tentato di convincerla a fare sesso con lui, le ha chiesto di inviare foto di nudo e ha promesso di aiutarla a entrare nella politica svedese in futuro, riferisceExpressen . Aveva 15 anni al momento dell’incidente, secondo SVT. “Nel caso di specie, diverse informazioni – indipendentemente da ciò che è vero o meno – sono del tipo che dovrebbero essere processate in tribunale, piuttosto che ...

I Talebani: “Sopprimeremo coloro che difendono le conquiste degli ultimi due decenni”

Il capo di stato maggiore dell’esercito dei talebani Fasihudin ha detto che sopprimeranno tutti coloro che difendono le conquiste degli ultimi due decenni sotto il nome di specifici gruppi etnici o resistenza in Afghanistan. Anche coloro che difendono la democrazia in Afghanistan e si oppongono ai talebani saranno soppressi. Anche se non ha nominato direttamente alcun gruppo, probabilmente si intende il fronte di resistenza guidato da Ahmad Masoud nella provincia del Panjshir. Il fronte, che è stato sconfitto dai talebani dopo 15 giorni, è stato creato dall’ex vicepresidente Amrullah Saleh e e figlio dell’ucciso Ahmad Shah Masoud. Il capo di stato maggiore dell’esercito ha detto che queste persone stanno disturbando la sicurezza e vogliono spargimenti di sangue in A...

Un volontario statunitense afferma che i talebani hanno decapitato ragazzi di 9 e 10 anni in Afghanistan

Un ex ufficiale dell’esercito americano che fa parte di una squadra di soccorso volontario che cerca di salvare gli americani a rischio e gli alleati afghani ancora bloccati nel paese conquistato dai talebani ha affermato che gli estremisti hanno decapitato due ragazzi di 9 e 10 anni nel loro regno del terrore. Jean Marie Thrower, un residente dell’Alabama che ha prestato servizio nell’82a divisione aviotrasportata, si è unito a un gruppo di veterani statunitensi e altri civili che lavorano per l’Afghan Rescue Crew, che sta cercando di far uscire americani, titolari di carta verde e alleati degli Stati Uniti dall’Afghanistan, secondo un rapporto della National Review. ARC ha rimosso centinaia di persone dal paese, ma il gruppo ha detto che ci sono migliaia di ...

Afghanistan: una dottoressa a Kandahar picchiata insieme ai suoi familiari dai talebani

Kabul [Afghanistan], 13 settembre (ANI): Una dottoressa nella provincia afghana di Kandahar ha affermato che la sua casa è stata presa d’assalto dai talebani ed è stata picchiata insieme ai suoi familiari e a un vicino, hanno riferito i media locali. Fahima Rahmati, che è anche un’attivista civile, ha detto in un video clip che i talebani hanno preso i suoi telefoni cellulari durante il loro raid nella sua casa domenica sera (ora locale), ha riferito Khaama Press. Rahmati ha detto che non era né un ex funzionario governativo né aveva un’arma in casa sua, ma i talebani volevano portare con sé i suoi fratelli. I funzionari provinciali della provincia di Kandahar hanno dichiarato di non essere a conoscenza del raid e indagheranno sul caso e porteranno davanti alla giustizia ...

Washington D.C. L’Imam sciita Dr. Sulayman Ali Hassan: Possa Allah permettere a tutti noi di entrare in paradiso attraverso le porte del jihad – Il jihad può essere fisico, intellettuale, finanziario o marziale

L’imam sciita dell’area di Washington D.C. Dr. Sulayman Ali Hassan ha detto che tutti i musulmani dovrebbero sforzarsi di condurre il jihad ed essere pronti a difendere l’Islam quando viene attaccato. Ha fatto le sue osservazioni in un sermone del venerdì pronunciato il 27 agosto 2021 presso il Centro islamico Shahe Najaf di Alexandria, in Virginia, un sobborgo di Washington D.C., che è andato in onda anche sul canale YouTube del Centro islamico. Il Dottor Hassan ha detto: “Possa Allah permettere a tutti noi di entrare in Paradiso attraverso le porte del jihad”. Ha detto che se l’Islam è sotto attacco fisico, ci si dovrebbe preparare con “l’addestramento marziale”, ma se l’Islam è sotto un attacco intellettuale, i musulmani dovreb...

IL 28 AGOSTO BIDEN NON HA COLPITO CON I SUOI RAZZI UN COMBATTENTE ISIS MA HA UCCISO UN AUTISTA INSIEME A SETTE BAMBINI

Il regime di Biden si è vantato di poter proiettare il potere attraverso armi “oltre l’orizzonte”, cioè da basi al di fuori dell’Afghanistan. Era un drone Outside Reaper usato il 28 agosto per vendicare l’attentato suicida all’aeroporto. Il Pentagono ha detto di aver colpito un combattente dell’ISIS. Ora il New York Times ha scoperto che si trattava di un operatore umanitario che lavorava per una ONG americana. Il drone ha ucciso un’intera famiglia. Il 28 agosto, il maggior generale Hank Taylor ha detto ai giornalisti durante una conferenza stampa che un razzo antiterrorismo “oltre l’orizzonte” ha ucciso “due obiettivi di alto profilo” dell’ISIS-K. La mossa è stata salutata dai media unificati americani, an...

I talebani consegnano carri armati statunitensi ed equipaggiamento militare all’Iran

L’equipaggiamento militare statunitense dall’Afghanistan emerge nelle immagini da Teheran. I talebani hanno iniziato a consegnare attrezzature militari di produzione americana all’Iran, secondo un rapporto di Iran International. Secondo il rapporto, le immagini sui social media mostrano attrezzature militari che sono state date all’esercito afghano dagli Stati Uniti a Teheran e in altre parti dell’Iran. Le fotografie mostrano anche carri armati corazzati e Humvee trasportati verso Teheran. Due delle immagini sono state pubblicate dal ministro della Difesa dell’Afghanistan Bismallah Mohammadi, che ha definito l’Iran un “cattivo vicino” e ha affermato che i “brutti giorni del paese non sono eterni”. La scorsa settimana, l̵...

La crescente persecuzione dei cristiani indiani attira poca l’attenzione dai media internazionali

La comunità internazionale tace mentre i cristiani subiscono persecuzioni sistematiche da parte del governo nazionalista indiano Dall’ascesa al potere dei nazionalisti indù del primo ministro Narendra Modi nel 2014, si è verificata un’esplosione di attacchi contro la popolazione cristiana indiana di 28 milioni di persone. L’ideologia alla base dell’aggressiva affermazione dell’omogeneità etnica si chiama Hindutva, una forma di nazionalismo estremista indù che semina discordia e pratica la violenza contro le minoranze etniche e religiose. Si sarebbe intuito che durante la crisi pandemica che aveva colpito particolarmente duramente l’India, la violenza si sarebbe placata, ma il contrario è la verità. Le chiese indiane hanno aperto le loro porte ai pazienti...

Tutte le organizzazioni estremiste islamiche avranno la loro base in Afghanistan

Le strade di Kabul, che domenica sono state prese in consegna dai talebani, sono ora vuote e i negozi sono chiusi. All’aeroporto è scoppiato il caos, dove innumerevoli persone stanno tentando di fuggire dal paese. Lo spazio aereo del paese è stato preso in consegna dai militari e i voli commerciali sono stati cancellati per 24 ore. Il Presidente afghano Ashraf Ghani si era obbligato ad entrare nel governo di unità nazionale proposto dai talebani. Pochi istanti dopo, è salito su un aereo ed è fuggito dal paese. Questo è stato il momento in cui la città è stata gettata nel caos e i talebani hanno emesso l’ordine di entrare a Kabul. Il dottor Wojciech Szewko, esperto di affari terroristici, ha spiegato la difficile situazione in Afghanistan in un’intervista a Radio Maryja ca...

Bangladesh, arrestata star dei social media per video danza in moschea

La polizia del Bangladesh ha arrestato Yasin, una star dei social media di 20 anni, per aver pubblicato un video in cui ballava con una donna in una moschea. La clip ha scatenato la rabbia online nella nazione a maggioranza musulmana- ha detto la polizia – e il 20enne Yasin è stato arrestato nella sua casa di Daudkandi, a circa 60 chilometri da Dacca. La polizia ha detto che stanno dando la caccia anche alla donna nel video. Yasin ha girato la clip il mese scorso e l’ha caricata sul suo account sul sito di condivisione video Likee. È stato visto nel video ballare con una donna sulle scale della Moschea Modello Daudkandi, uno dei 50 luoghi di culto musulmani costruiti di recente dal governo. Da allora il suo account è stato sospeso, ma la polizia ha detto che i video di danza di...

VIRUS MARBOURG DALL’AFRICA

Dopo l’Ebola, l’incubo febbre emorragica torna a spaventare l’Africa. L’annuncio dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) è di ieri sera: il ministro della Salute della Guinea ha informato l’agenzia Onu il 6 agosto della presenza sul suo territorio del primo caso confermato di malattia da virus di Marburg (Mvd), nella prefettura di Guéckédou, regione di Nzérékoré, Guinea sudoccidentale. Si tratta di un uomo che ha avuto l’esordio dei sintomi il 25 luglio. L’1 agosto è stato in una piccola struttura sanitaria vicino al suo villaggio, che si trova in un’area al confine sia con la Sierra Leone che con la Liberia. Questo, spiega l’Oms, “è il primo caso noto di malattia da virus di Marburg in Guinea e nell’Africa occidentale”. L’uomo aveva sintomi di febbre, mal di testa, affaticam...