World News

Taylor Swift attaca la famiglia Soros per “l’avidità senza vergogna”

Taylor Swift attaca la famiglia Soros per “l’avidità senza vergogna”

La pop star americana Taylor Swift sta attirando critiche da parte di globalisti e giornalisti di sinistra di Hollywood per un post sui social dove ha attaccato la famiglia Soros per la loro “avidità senza vergogna”.

In un post su Twitter, Swift ha criticato la sua ex etichetta discografica, Big Machine Records, per aver pubblicato un “album” della sua performance dal vivo senza prima chiedere il suo consenso.

“Hey Guys – Voglio ringraziare i miei fan per avermi fatto sapere che la mia ex etichetta discografica sta mettendo in commercio un “album” di mie esibizioni dal vivo stasera. Questa registrazione è di una performance radiofonico del 2008 che ho fatto quando avevo 18 anni. Big Machine ha elencato la data come una release 2017, ma in realtà la sta rilasciando stasera a mezzanotte”, ha detto Taylor Swift.

“Sono sempre onesto con voi ragazzi su questa roba così volevo solo dirvi che questa versione non è stata approvato da me.” ha continuato la vincitrice del Grammy. “Mi sembra che Scooter Braun e i suoi finanziatori, 23 Capital, Alex Soros e la famiglia Soros e The Carlyle Group abbiano visto gli ultimi bilanci e si siano resi conto che pagare 330 MILIONI di dollari per la mia musica non era esattamente una scelta saggia perchè hanno bisogno di soldi.”

“Secondo me… Solo un altro caso di avidità spudorata ai tempi del coronavirus. Così insapore, ma molto trasparente”, ha concluso il messaggio di Swift.

Pitchfork ha riferito che l’album, Live From Clear Channel Stripped 2008, sarà pubblicato su “storefront digitali e servizi di streaming”. Come nota Billboard, l’album si intitola Live From Clear Channel 2008. È stato registrato durante uno show radiofonico ed è già stato pubblicato in fusi orari selezionati.

Nel dicembre 2019, Swift ha ha criticato Braun per aver acquistato i diritti della sua musica con un finanziamento della famiglia del miliardario di sinistra George Soros.

Ora, per le sue critiche ai Soros – una famiglia che promuove cause globaliste in tutto il mondo progettata per minare lo Stato nazionale – Swift è sotto il fuoco di giornalisti di sinistra e dei cosiddetti progressisti che sostengono che il linguaggio che ha usato è “antisemita”.

Bend the Art, un gruppo di advocacy political ebreo di sinistra con il quale Alex Soros è profondamente legato, ha scritto a Swift via Twitter: “Hai tutto il diritto di essere turbata per gli altri che traggono profitto dalla tua musica. Ma PLEASE non condividere teorie cospirative antisemite sulla famiglia Soros. ‘Avidità senza vergogna’ è un dog-whistle usato contro gli ebrei. I tuoi fan ebrei meritano di meglio.”

Questa non è certo la prima volta che un individuo di alto profilo, in politica o nei media, viene accusato di dog-whistle antisemiti per aver “osato” criticare il finanziere miliardario globalista e la sua famiglia.

Politici populisti di destra come Viktor Orbàn, Matteo Salvini e Donald Trump, così come le organizzazioni dei media orientate al populismo sono stati ripetutamente accusati di aver impiegato “dog-whistle ” semplicemente per aver criticato ed esserersi opposti ad alcuni programmi dalla famiglia Soros.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento