Islam / Migranti / World News

Tra i canti di Allahu Akbar, i musulmani si sono rivoltati in Svezia dopo che un video del Rogo del Corano è diventato virale

Tra i canti di Allahu Akbar, i musulmani si sono rivoltati in Svezia dopo che un video del Rogo del Corano è diventato virale

In una dichiarazione, la polizia ha informato che stanno cercando di ripristinare l’ ordine pubblico a Malmo. “Non abbiamo tutto sotto controllo, ma stiamo lavorando attivamente per farlo.
Esiste un collegamento tra ciò che sta accadendo ora e quello che è successo oggi”, ha detto un portavoce della polizia, Calle Persson.

Venerdì, sono scoppiati disordini nella città di Malmo, in Svezia, dopo che un membro del gruppo “Stram Kurs” ha bruciato una copia del Corano.

L’incendio del Corano faceva parte di una protesta anti-Islam che ha avuto luogo nella città, in seguito all’arresto di un Rasmus Paludan, il leader di un partito politico danese anti-immigrazione “Hard-Line” che avrebbe dovuto tenere una riunione in città.

Le autorità hanno informato che Paludanone era stato bandito dalla Svezia per due anni a causa delle preoccupazioni circa la sua violazione della legge svedese. Come tale, è stato fermato alla frontiera e gli è stato negato l’ingresso a Malmo. L’anno scorso, Paludan aveva dato fuoco a un Corano dopo aver avvolto il libro con un pezzo di pancetta.

L’arresto di Ramasus Paludan

In risposta, Paludan aveva pubblicato un post su Facebook che diceva:”Rimandato indietro e bandito dalla Svezia per due anni. Tuttavia, stupratori e assassini sono sempre i benvenuti!”
Secondo quanto riferito, Paludan avrebbe dovuto prendere parte a una manifestazione anti-musulmana e in precedenza aveva esortato i suoi sostenitori a bruciare il Corano.

Il suo arresto aveva suscitato indignazione tra i suoi seguaci che poi sono andati avanti con il raduno e hanno incendiato una copia del Corano. Inoltre, tre uomini sono stati visti scalciare il Corano intorno a una piazza pubblica durante il giorno.

In un video virale, si vede un membro del gruppo “Stram Kurs” mentre spruzzava benzina su una copia del Corano e poi gli dà fuoco. L’uomo ha po guardato il Corano bruciato e ha condannato l’Islam in svedese.

Durante la notte, una folla musulmana in escandescenza ha occupato le strade e ha gridato canti di ‘Allah hu Akbar’ mentre dava fuoco alle gomme. La polizia svedese ha arrestato tre persone per aver bruciato il Corano e promosso “l’odio razziale”.

I musulmani scatenano il caos per le strade della Svezia

L’incidente ha innescato l’odio degli islamisti radicali è ha scatenato la loro violenza per le strade. Mentre i rivoltosi protestavano per la prima volta contro le azioni del gruppo, bruciavano pneumatici e tiravano sassi contro la polizia.

Dopo gli eventi della giornata, i rivoltosi hanno tirato sassi contro i veicoli e il personale di polizia che stavano cercando di mantenere l’ordine pubblico in città.

I rivoltosi lanciano pietre contro un convoglio della polizia (Foto Crediti: TT News Agency/AFP)

In un’altra immagine, si vede un rivoltoso trasportare pneumatici in modo che possano essere dato alle fiamme come un “marchio di protesta”.

Uomo che porta pneumatici (Foto Crediti: TT News Agency/AFP)

La città di Malmo, in Svezia, è coperta di fumo denso con i rivoltosi che si radunano in gran numero, impegnati in incendi dolosi e distruzione di proprietà pubblica dopo che il video del rogo del Corano è diventato virale.

Malmo coperto di fumo denso tra le rivolte (Foto Crediti: EPA)

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento