Islam

Un altro cristiano ucciso da un membro ISWAP di 10 anni

Un altro cristiano ucciso da un membro ISWAP di 10 anni

Lo Stato islamico nellaa Provincia dell’Africa occidentale ha pubblicato un video che mostra un uomo cristiano giustiziato da un bambino soldato di 10 anni a Borno, in Nigeria.

In un video pubblicato sulla sua piattaforma di notizie, l’agenzia Amaq, ISWAP ha affermato che l’uomo cristiano è stato ucciso lunedì.

Pieter Van Ostaeyen, un membro del comitato editoriale dell’International Center for Counter-Terrorism con sede a L’Aia, ha dichiarato che “il bambino ha circa 10 anni“.

In un video visto da The Guardian Nigeria, i jihadisti hanno mostrato il volto dell’uomo che indossa un caftano rosso e si inginocchia proprio di fronte al giovane terrorista che ha fatto alcune recitazioni prima di sparare all’uomo.

Qualcuno ha fatto il lavaggio del cervello a quel povero bambino, lo ha privato della sua innocenza e gli ha fatto credere che fosse giustificato uccidere altre persone in nome di un’ideologia malata“, ha detto Tomasz Rolbiecki, un ricercatore sugli attacchi dello Stato Islamico in tutto il mondo.

Se qualcuno mi chiedesse qual è la parte peggiore dello Stato islamico, glielo mostrerò“, ha aggiunto.

L’omicidio arriva settimane dopo che ISWAP ha pubblicato un video in cui si mostra l’uccisione di 11 cristiani.

I militanti hanno detto che faceva parte della campagna dichiarata di recente per “vendicare” la morte del suo leader Abu Bakr al-Baghdadi durante un raid americano in Siria a ottobre.

Non sono stati forniti dettagli sulle vittime, che erano tutte di sesso maschile, ma ISWAP afferma che sono state “catturate nelle ultime settimane” nello stato nordoccidentale del Borno in Nigeria.

Un prigioniero nel mezzo è stato colpito a morte mentre gli altri 10 sono stati spinti a terra e decapitati.

Li abbiamo uccisi come vendetta per l’uccisione dei nostri leader, tra cui Abu Bakr al-Baghdadi e [portavoce dell’IS] Abul-Hasan al-Muhajir“, ha detto un membro dell’unità mediatica del gruppo, secondo Ahmad Salkida, un giornalista.

Regendo alle uccisioni, il presidente nigeriano Muhammadu Buhari ha condannato le apparenti uccisioni e ha esortato i nigeriani a non lasciarsi dividere secondo le linee religiose.

Non dovremmo in alcun caso lasciare che i terroristi ci dividano mettendo i cristiani contro i musulmani perché questi barbari assassini non rappresentano l’Islam e milioni di altri musulmani rispettosi della legge in tutto il mondo“, ha affermato in una nota.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento