Islam / Italia / Politica

Un migrante in età militare è stato arrestato nella città di Giugliano in provincia di Napoli con l’accusa di sequestro di persona, stalking, e violenza nei confronti di una ragazza di 17 anni.

Un migrante in età militare è stato arrestato nella città di Giugliano in provincia di Napoli con l’accusa di sequestro di persona, stalking, e violenza nei confronti di una ragazza di 17 anni.

Il 30enne extracomunitario che risiede a Casandrino, è stato arrestato dalla polizia di Giugliano all’inizio della settimana scorsa in seguito ad un’indagine iniziata nei primi di ottobre.Fonte; Il Mattino.

La ragazza, accompagnata dal padre, ha detto al carabinieri di Grumo Nevano che era stata costretta a salire in macchina dall’extracomunitario, con l’aiuto di diversi altri aggressori che le hanno poi legato i polsi, portata in un luogo isolato, e violentata.

La ragazza di 17 anni ha aggiunto che prima del rapimento e lo stupro, il migrante l’aveva perseguitata e molestata per circa due anni.

La storia arriva pochi giorni dopo che quattro migranti africani sono apparsi in tribunale la settimana scorsa, accusati di omicidio volontario, violenza sessuale aggravata, e distribuzione di droghe illegali nei confronti della 16enne Desirée Mariottini.

Gli imputati, Alinno Chima e Mamadou Gara, Yusef Salia, e Brian Minteh hanno drogato, picchiato, violentata e lasciata a morire da sola Desirée in una casa a Roma.

Ma anche se i migranti continuano a commettere crimini sessuali violenti contro le giovani donne italiane,  il, governo di sinistra in Italia continua ad importare migranti maschi in età militare.
All’inizio della settimana scorsa , il governo italiano guidata da Giuseppe Conte ha permesso a due navi da “trasporto migrante” delle ONG di sbarcare 121 migranti africani nei porti Siciliani.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento