Islam / Migranti

Un pastore greco piange mentre descrive com il suo gregge viene macellato dai migranti …

Un pastore greco piange mentre descrive com il suo gregge viene macellato dai migranti …

Il pastore greco Fotis Giounis vive vicino al grande campo di asilo Mavrovouni (Kara Tepe) sull’isola di Lesbo

Recentemente, è stato filmato mentre testimonia emotivamente, spiegando come gli immigrati clandestini rubano e massacrano costantemente i suoi animali.

“Mia madre non mi ha mai visto piangere per queste cose”, ha detto Giounis. “Ho creato tutto questo (vendendo latte) con una bicicletta. Vivevo cinque mesi in una tenda, e distruggono tutto in due ore.

“Non voglio ricevere animali o risarcimenti. Voglio la mia tranquillità, per poter tornare a casa e non preoccuparmi”, ha continuato.

“Noi pastori non possiamo migrare”, ha sottolineato.

“Tutto questo è successo perché sono tornato a casa per tre ore, non posso più tornare a casa”, ha detto Giounis.

Il pastore ha poi spiegato che è tornato a casa solo per poche ore, ma ha scoperto che altri cinque animali della sua mandria sono stati massacrati al suo ritorno.

Altri 15 sono stati uccisi nella settimana precedente.

“Loro [migranti] ottengono il benessere. Come dovrei vivere? Un intero gregge viene massacrato”, ha spiegato.

In una precedente intervista, Giounis ha sottolineato che “gruppi di persone armate vagano qui in montagna, alla ricerca delle nostre fattorie – e a quanto pare hanno familiarità con l’uso di coltelli”.

Si è chiesto anche perché centinaia di chilogrammi di carne fossero in grado di entrare nel campo senza alcun controllo.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento