Islam / World News

Un rapporto trapelato dell’intelligence interna francese sostiene che 150 quartieri sono “detenuti” da islamisti radicali

Un rapporto trapelato dell’intelligence interna francese sostiene che 150 quartieri sono “detenuti” da islamisti radicali

Un documento classificato “segreto” è trapelato dal servizio di sicurezza interna francese, la direzione generale per la sicurezza interna (DGSI), afferma che almeno 150 quartieri in tutta la Francia sono “detenuti” dai radicali islamisti.

Il rapporto confidenziale della DGSI delinea i 150 diversi quartieri che consistono nella famigerata periferia no-go di Seine-Saint-Denis di Parigi, la periferia di Lione e Marsiglia, che hanno tutti avuto problemi di lunga data con l’Islam radicale. Fonte: Le Journal du Dimanche

Secondo il documento, il rapporto elenca anche il comune di Maubeuge lungo il confine belga nel nord della Francia, evidenziando il fatto che l’Unione dei democratici musulmani francesi (UDMF), un partito politico musulmano, ha raggiunto il 40% nei sondaggi e nota,: “la situazione è allarmante“.

Il mese scorso, l’UDFM ha annunciato che avrebbe messo in campo una lista di candidati per le prossime elezioni municipali, che si terranno a marzo.

Democratici musulmani prendono di mira diverse aree per le prossime elezioni municipali francesi https://t.co/TcN5aOXfpx

– Breitbart London (@BreitbartLondon) 12 dicembre 2019

Il partito ha affermato che avrebbe presentato candidati a Mantes-la-Jolie, Les Mureaux e Guyancourt. Il partito dei Democratici musulmani ha ricevuto il 16,74% dei voti nel distretto di Val-Fourre a Mantes-la-Jolie alle elezioni del Parlamento europeo dell’anno scorso.

Anche aree come l’Alta Savoia o Ain, Annemasse, Bourg-en-Bresse, Oyonnax o Bourgoin-Jallieu sono sotto l’influenza di islamisti radicali.

Il presidente Emmanuel Macron ha parlato della ghettizzazione e del comunitarismo e il Palazzo dell’Eliseo ha promesso di fornire un piano per affrontare la questione in vista delle elezioni comunali.

L’anno scorso, in gran parte nell’ambito del piano generale di Macron per combattere l’Islam radicale, il governo francese ha chiuso moschee e scuole in 15 quartieri in tutto il paese.

Il segretario di stato francese per gli interni Laurent Nuñez ha dichiarato che il governo ha chiuso un totale di 130 tra bar e ritrovi, 12 luoghi di culto, tre scuole e nove associazioni come parte del Piano nazionale per la prevenzione della radicalizzazione (PNPR) ma non ha nominato i quartieri coinvolti.

La Francia chiude moschee e scuole collegate all’islamismo in 15 quartieri https://t.co/m166Ty3IJ1

– Breitbart London (@BreitbartLondon) 17 novembre 2019

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento