Migranti / World News

Un rifugiato iracheno ha ucciso sua moglie in Germania – ora si scopre che aveva già ucciso l’altra moglie nei Paesi Bassi

Un rifugiato iracheno ha ucciso sua moglie in Germania – ora si scopre che aveva già ucciso l’altra moglie nei Paesi Bassi

La mattina presto di Lunedi shrove un 42-uomo, di origine irachena, ha ucciso sua moglie (30 anni) a Dortmund.

Quando il corpo della moglie è stato scoperta dalla polizia in un appartamento nel centro di Dortmund, gli agenti capirono subito che era stata uccisa da un familiare..

Il marito è stato arrestato sul posto. Ora sono state rese ulteriori informazioni sul suo passato.

L’autopsia del corpo della donna ha rivelato nel mese di febbraio che la “donna irachena di 30 anni è morta a causa della massiccia violenza sul il collo”.
Sulla scena del crimine, il marito, in risposta a una domanda degli inquirenti, ha detto che sua moglie aveva cercato di portare via i suoi figli. Da allora, tuttavia, il 42enne è rimasto in silenzio sul caso. Fonte: giornale WA.

La coppia si era sposata in Iraq nel 2011 e aveva dato alla luce quattro figli. Nel 2017 la famiglia si è trasferita a Stolberg vicino ad Aquischen. Hanno vissuto in Germania con un permesso di soggiorno temporaneo fino alla fine.
Il 42enne era già diventato violento nei confronti della moglie in passato. Lei e i suoi figli fuggirono per la prima volta in un rifugio per dei servgizi sociali per donne.
Si sono poi trasferiti poi nell’appartamento sulla strada Viktoriastrae a Dortmund. La trentenne ha ospitato volontariamente suo marito solo poche settimane prima del delitto.

Nel frattempo, si è saputo che l’iracheno ha già commesso un altro omicidio. La madre di quattro figli era la sua seconda moglie. Sembra che abbia ucciso la sua prima moglie nei Paesi Bassi.
Ed era stato in in prigione prima di sposare la seconda moglie.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento