Islam

Un traduttore di Bibbia ucciso in un terribile attacco dai militanti del Camerun

Un traduttore di Bibbia ucciso in un terribile attacco dai militanti del Camerun

Un traduttore della Bibbia in Camerun è stato massacrato a morte domenica mattina e il braccio di sua moglie è stato tagliato .

Angus Abraham Fung è tra le sette persone uccise durante un attacco condotto dai Fulani durante le prime ore di domenica mattina nella città di Wum, secondo Efi Tembon, che guida un ministero chiamato Oasis Network for Comunity Trasformation.

Situato nella regione anglofona violenta del Camerun, in cui i separatisti stanno combattendo per l’indipendenza, Wum è tra le varie località in cui i giovani della comunità nomade Fulani vengono incoraggiati dal governo a compiere attacchi contro le comunità agricole locali che sostengono i ribelli separatisti.

Non è chiaro quante persone siano rimaste ferite nell’attacco, ma alla moglie di Fung, Eveline Fung, è stato tagliato il braccio e sta ricevendo una trasfusione di sangue in un ospedale locale. Il marito invece è stato trucidato con un macete.

Fung aveva 60 anni e ha lavorato per anni con i traduttori biblici Wycliffe che lavorano alla traduzione del Nuovo Testamento in lingua Aghem, un progetto che è stato completato nel 2016. Era uno dei principali leader della comunità in tutta la tribù e faceva parte dei servizi di traduzione e ha anche coordinato gli sforzi di alfabetizzazione.

Sebbene la traduzione del Nuovo Testamento per la lingua Aghem sia stata completata e siano state pubblicate oltre 3.000 copie, la distribuzione non è avvenuta a causa della guerra nella regione.

Wum è una città rurale di non più di 5.000 abitanti. Circa il 90 percento della gente della città si considera cristiana ma pratica anche le religioni tradizionali. Mentre la popolazione locale vive e coltiva nella città, i pastori musulmani Fulani vivono e pascolano il loro bestiame su una collina fuori città.

Ma poiché l’area è controllata dai separatisti, il governo ha incoraggiato e persino armato i Fulani a compiere attacchi contro le comunità che supportano i separatisti per dare una “svolta religiosa” al conflitto.

I Fulani sono musulmani e sono una minoranza nell’area e sono stati armati e protetti dal governo per terrorizzano la popolazione locale.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento