Islam

Un tribunale tedesco ha condannato un migrante islamista tunisino per complotto di bio-terrorismo

Un tribunale tedesco ha condannato un migrante islamista tunisino per complotto di bio-terrorismo

BERLINO – Un tribunale tedesco ha condannato un uomo tunisino di 31 anni che aveva in programma di eseguire un attacco con la citotossina naturale ricina, in nome del gruppo dello Stato islamico.

Il tribunale regionale di Duesseldorf ha ritenuto colpevole Sief Allah H. di aver fabbricato un’arma biologica e di aver preparato un attacco biologico, condannandolo a 10 anni di reclusione.

I procuratori federali hanno accusato l’uomo, il cui cognome non è stato rilasciato a causa delle norme tedesche sulla privacy, di aver acquistato migliaia di semi di ricino per produrre la ricina altamente tossica, testandolo poi su un criceto.

L’imputato e sua moglie di 44 anni hanno acquistato anche 250 cuscinetti in acciaio e fabbricato esplosivi prima di essere arrestati a Colonia.

I pubblici ministeri hanno affermato che i loro piani per un attacco terriristico, che avrebbero potuto uccidere un gran numero di persone, erano in fase avanzata.

L’imputato ha negato di aver pianificato un attacco terriristico in Germania, sostenendo invece di volersi esercitare dopo essersi unito all’IS.

A breve è atteso un verdetto contro sua moglie, Yasmin H.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento