World News

Una mamma danese racconta come suo figlio adolescente, sia stato picchiato da una banda di migranti

Una mamma danese racconta come suo figlio adolescente, sia stato picchiato da una banda di migranti

Sempre più bande di immigrati prendono di mira giovani ragazzi e ragazze danesi e li picchiano selvaggiamente. Non diversamente da ciò che è stato visto in altri paesi dell’Europa occidentale che sono stati “arricchiti” con culture aliene, in Danimarca, la violenza brutale e non provocata contro i giovani danesi sta diventando parte integrante della vita quotidiana.

Lunedì, una mamma danese di nome Karina Lindboe Wind ha scritto su Facebook di come suo figlio Lauritz è stato duramente picchiato da una banda di migranti a Copenaghen. La sua storia è la seguente:

Lauritz è stato colpito da dietro, la sua testa ha colpito la parte anteriore di un’auto in movimento vicino a Gothersgade. Essendo incosciente,, non è stato in grado di parare la caduta con le mani e, di conseguenza, e crollato a faccia in giù sul marciapiede. Dopo, uno dei migranti che lo ha assalito è saltato iripetutamente calpestando la faccia di Lauritz.

Lauritz è stato trasportato d’urgenza in ambulanza al dipartimento traumatologico del National Hospital. E’ rimasto incosciente per altre 7 ore fino a quando finalmente si è svegliato. Ora è a casa, ma ha una commozione cerebrale, il naso rotto e le sopracciglia rotte.

Perché è successo?

Non c’è alcun motivo! Era solo un fine settimana, come al solito, solo che adesso ci sono bande di migranti che vagavano in giro, picchiando e derubando ragazzi e ragazze indifesi.

Tra i commentatori, un’altra donna scrive che qualcosa di simile è successo a suo figlio: “Una notte d’inverno qualche anno fa un paio di somali hanno picchiato mio figlio da dietro, facendlo cadere a terra.“.

Altri commentatori scrivono che sono preoccupati che succeda la stessa cosa ai loro figli.

Le loro paure non sono prive di fondamento.

Lunedì, un ragazzo di 16 anni – senza alcun motivo – è stato preso a pugni da due migranti in una strada di Hillerød. Apparentemente, agli aggressori non piaceva il suo modo di camminare, riferisce il blog danese Den Korte Avis.

Lo stesso giorno, una ragazza di 17 anni è stata attaccata da quattro migranti a Helsingør. E’ stata ripetutamente presa a pugni in faccia ed è stata calpestata. È stata portata in ospedale per gravi ferite. Fonte: Den Korte Avis.

Sui blog di notizie di destra come il Den Korte Avis uno dei soli siti di notizie sui media danesi che scrive degli attacchi sempre più comuni, brutali e razzisti contro i danesi.:

L’autore dell’articolo dice:

Non è il razzismo di cui parlano i politicamente corretti. Per loro, sono sempre gli immigrati le vittime.

L’autore afferma anche che questi incidenti sono ancora più comuni nella vicina Svezia e che la ragione che accade è perché i giovani migranti vedono i danesi / svedesi come “deboli“.

Giorni fa un ex poliziotto di origini afgane, Mustafa Panshiri, ha parlato delle recenti rapine, pestaggi e atti di umiliazione perpetrati da bande di migranti contro gli svedesi.

Questo sta aumentando. Se non lo affrontiamo ora, vedremo presto gli svedesi etnici avviare gruppi di vigilanza, attaccare gli autori e rompere braccia e picchiare i loro familiari “.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento