Migranti / Politica / World News

VANCOUVER: CANADESE VIOLENTEMENTE ATTACCATO DA UN CICLISTA ASIATICO AL CANADIAN FREEDOM RALLY – ZERO MEDIA OUTRAGE (video)

VANCOUVER: CANADESE VIOLENTEMENTE ATTACCATO DA UN CICLISTA ASIATICO AL CANADIAN FREEDOM RALLY – ZERO MEDIA OUTRAGE (video)

Il 28 marzo 2021, il comico Alexander Lasarev è stato violentemente attaccato da un ciclista asiatico mentre stava prendendo parte a una pacifica protesta per un raduno automobilistico a Vancouver, in Canada.

Lasarev ha preso parte alla manifestazione per la libertà sabato pomeriggio. Era un passeggero in una carovana di veicoli che ha parlato delle preoccupazioni sui mandati del governo canadese sul coronavirus.

Un video postato sui social media mostra Lasarev dire ai passanti che stanno “facendo un ottimo lavoro nel rispettare i blocchi governativi”. Lasarev ha consigliato sarcasticamente agli spettatori di “fidarsi sempre del governo”, “credere a tutto quello che dicono i media”, e “che ci saranno solo altre tre settimane per appiattire la curva pandemica”. I suoi messaggi sono stati una forma di ironia poiché sono passate più di 53 settimane e ci sono ancora blocchi governativi e sospensioni dei diritti civili in Canada.

Mentre Lasarev parlava dal veicolo, un ciclista asiatico lo ha attaccato violentemente attraverso il finestrino dell’auto, colpendolo ripetutamente e attaccando l’auto con la sua bici. L’assalitore ha frantumato il finestrino dell’auto causando ferite a Lasarev in faccia e nel corpo.

“Cerca di prendermi a pugni, cerca di prendere a pugni il mio megafono, cerca di afferrare il megafono”, spiega Lasarev. “Siamo liberi di esprimere la nostra opinione, che sia popolare o meno, questo è ciò che un paese libero dovrebbe essere”, ha detto.

Testimoni hanno bloccato il ciclista e la polizia lo ha poi preso in custodia.

Video del violento attacco, che inizia intorno alle 3:00.

Va notato che non una delle agenzie di stampa canadesi al momento è stato scritta o ha rilasciato il nome del’ aggressore asiatico.

La sua prima apparizione in tribunale è prevista per il 12 maggio.

I pochissimi organi di informazione canadesi che hanno scelto di pubblicare questa storia hanno espresso più indignazione per l’interrogatorio di Lasarev sulla risposta del governo al coronavirus rispetto al violento attacco. Nel frattempo, i media e i leader di sinistra in tutto l’occidente continuano a spingere la loro narrazione strategicamente incisa di sinistra secondo cui i crimini d’odio anti-asiatici sono in aumento.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento