Islam

Vandali profanano 100 tombe cristiane nel cimitero francese

Vandali profanano 100 tombe cristiane nel cimitero francese

I vandali hanno profanato un cimitero nel sud-ovest della Francia prima dell’alba di mercoledì distruggendo tutto ciò che riguarda il simbolismo cristiano, tra cui decine di croci in pietra, crocifissi e immagini di angeli e della Vergine Maria.

Secondo i rapporti locali, i predoni hanno profanato circa 100 tombe cristiane nel cimitero di Breuil a Cognac, distruggendo per lo più croci ma distruggendo anche un certo numero di statue, placche e rappresentazioni di angeli e della Beata Vergine Maria.

La profanazione del cimitero è avvenuta pochi giorni prima della celebrazione cristiana del 2 novembre, quando i cattolici visitano le tombe dei loro cari per pregare per il riposo delle loro anime.

Il sindaco di Cognac, Michel Gourinchas, mercoledì è andato al cimitero per esaminare l’entità del danno, descrivendo l’incidente come “deplorevole” e “vergognoso“. Il sindaco socialista ha detto che spera che l’incidente non sia altro che un atto gratuito e di vandalismo insensato senza motivazione anticristiana.

È ovviamente il desiderio di attenuare le cose, ma è l’indagine della polizia che determinerà la natura delle persone senza fede e senza legge che vengono a profanare oggetti in un cimitero. Spero non ci sia una connotazione politica o religiosa “, ha detto il sindaco.

Spero, anche se è abominevole, che le persone meschine lo abbiano fatto per dimostrare quanto siano intelligenti“, ha detto.

Gourinchas ha notato come prova della natura secolare del crimine che i vandali non hanno lasciato alcuna iscrizione nel cimitero indicando un’ideologia o una credenza, un’affermazione che un osservatorio cristiano ha trovato disingenua.

Il sindaco afferma che non c’è nulla che indichi una motivazione religiosa“, ha scritto Daniel Hamiche per L’Observatoire de la Christianophobie.Una pila di croci rotte non è abbastanza per lui, evidentemente.”

Di cosa ha bisogno di più di questo enorme numero di croci, crocifissi e statue fracassate della Vergine Maria?“.

La profanazione anticristiana è in aumento in Francia, anche se i funzionari statali sono riluttanti a riconoscere la natura religiosa degli atti. Come riportato da Breitbart News lo scorso marzo, dodici chiese cristiane in Francia sono state attaccate e vandalizzate in una sola settimana.

Il Central Criminal Intelligence Service (SCRC) della gendarmeria ha riferito in primavera che una media di quasi tre chiese al giorno sono state oggetto di atti di vandalismo negli ultimi tre anni.

Nel 2018, il Ministero degli Interni ha registrato 541 atti antisemiti, 100 atti anti-musulmani e 1063 atti anti-cristiani.

Giovedì, la procura della vicina Angouleme ha aperto un’indagine ufficiale sul vandalismo del cimitero, con particolare attenzione al “deliberato degrado della proprietà privata“.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento