Politica / World News

“Vogliamo la rinascita europea”, dice il primo ministro Orbán dopo aver incontrato Morawiecki e Salvini

“Vogliamo la rinascita europea”, dice il primo ministro Orbán dopo aver incontrato  Morawiecki e Salvini

L’ungherese Fidesz, la Lega italiana e il Partiti Diritto e Giustizia della Polonia (PiS) opereranno insieme per una “rinascita europea”, hanno detto i leader dei tre partiti dopo un vertice di due ore a Budapest tenutosi giovedì scorso.
Viktor Orbán, Matteo Salvini e Mateusz Morawiecki hanno discusso della loro cooperazione in un’Europa in cui il più grande gruppo ex conservatore, il Partito Popolare Europeo, ha sempre più abbandonato i suoi valori tradizionali a favore del perseguimento di un’agenda di sinistra.

“Vogliamo una rinascita europea e lavoraremo insieme per questo in futuro”, ha detto Orbán dopo l’incontro, aggiungendo che l’incontro si è concentrato sui tre partiti che forgiano un’alleanza politica a livello europeo.

“Sia l’Italia che la Polonia hanno un governo con un forte impegno atlantico e l’Ungheria è un membro affidabile dell’Unione europea e della NATO”, ha detto Orbán. “Ilpartito di destra più forte finoad oggi, il Partito popolare europeo, si è apparentemente impegnato a lungo termine a lavorare con la sinistra europea, molti milioni di cittadini europei sono rimasti non rappresentati.”

“lavoreremo per dare a queste persone una voce e un peso nella politica europea”, ha aggiunto Orbán. “Diciamo anche no alla censura, all’impero europeo di Bruxelles, al comunismo, alla migrazione illegale e all’antisemitismo.”

Viktor Orbán, Matteo Salvini e Mateusz Morawiecki si sono incontrati a Budapest per discutere del futuro dell’Europa

Il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha affermato che, al di là dell’obiettivo immediato di sconfiggere la pandemia, i tre leader hanno stabilito le loro priorità comuni: cooperazione euroatlantico, NATO e integrazione europea più profonda, ma radicata nei valori tradizionali.

“Tutto questo nel rispetto della sovranità nazionale e dei valori reali ed europei. La famiglia e la dignità dell’individuo sono i veri valori tradizionali”, ha detto Morawiecjki. “Abbiamo pensato di creare una certa base intellettuale per l’Europa. Questa è l’idea principale. Da qui, l’idea che ci sia bisogno di una rinascita dell’Europa, di una rinascita dei valori su cui possiamo davvero fare affidamento”.

Morawiecki ha anche dichiarato di essere interessato a promuovere la prosperità comune di tutte le nazioni europee sulla base della cooperazione tra pari.

“La solidarietà non è una dittatura dei forti, si tratta di proteggere i valori comuni”, ha detto.

Il leader della Lega Matteo Salvini ha detto che l’Europa ha abbandonato le sue tradizionali radici cristiane e i tre leader vogliono lavorare insieme per porvi rimedio.

“Non vogliamo che i Paesi Ue si mettano l’uno contro l’altro, non vogliamo creare problemi, dobbiamo creare una forza comune che protegga i confini dell’Europa”, ha detto Salvini, aggiungendo che l’incontro di Budapest potrebbe stabilire il nucleo di una forza più numerosa.

“Oggi siamo in tre, ma alla fine potremmo formare la maggioranza che lavora per creare un’Europa di solidarietà, normalità e felicità.

Immagine del titolo: il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki, il leader della Lega Matteo Salvini e il primo ministro ungherese Viktor Orbán si incontrano a Budapest il 1° aprile 2021. (Gabinetto del Primo Ministro, Vivien Cher Benko)

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento