Islam / World News

Yemen: bambina di 3 anno uccisa in attacco Houthi

Yemen: bambina di 3 anno uccisa in attacco Houthi

L’attentato alla stazione di servizio ha incontrato una condanna diffusa come “crimine di guerra a tutti gli effetti”

Abu Dhabi: Decine di bambini nella città yemenita di Marib hanno inscenato una veglia martedì sera per condannare l’orribile massacro commesso dalla milizia terroristica Al Houthi, che ha ucciso 21 civili e la bambina di tre anni Lian Taher.

I bambini che partecipano alla veglia hanno sollevato una foto del cadavere carbonizzato della bimba, la cui morte ha scioccato gli yemeniti e il mondo, esprimendo il loro profondo dolore per la sua morte dopo che sabato le milizie di Al Houthi hanno bombardato una stazione di rifornimento nel quartiere rawda, a nord di Marib.

Martedì, l’amministrazione del Marib Land Park ha annunciato la chiusura delle sue porte ai visitatori in solidarietà con la famiglia della banbina e ha condannato il continuo bombardamento da parte della milizia Al Houthi nei quartieri civili e il suo ripetuto attacco a civili, in particolare donne e bambini, con missili balistici e aerei carichi di esplosivo.

Nella stazione di servizio sono stati uccisi 21 civili, ferendone altre, bruciato sette auto e danneggiato due ambulanze che si sono precipitate a salvare le vittime dopo essere state prese di mira da un aereo carico di esplosivo lanciato dai miliziani pochi minuti dopo il lancio del missile.

Tra le vittime c’era Lian. Le immagini del suo cadavere carbonizzato si sono diffuse rapidamente tra gli yemeniti sui social media e hanno scosso l’opinione pubblica con l’orrore della tragedia.

Lian era apparentemente in auto con suo padre, quando il missile della milizia ha colpito la stazione di servizio.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento